Contenuto sponsorizzato

Piazza Dante, in primavera il nuovo bando per il Liber Café. L'assessore Franzoia: ''E' importante coinvolgere il mondo economico e associativo"

Il locale è stato chiuso il 31 dicembre. Negli scorsi mesi è stata avviata un'operazione ascolto da parte dell'Amministrazione comunale. Molte le realtà coinvolte 

Di gf - 27 February 2018 - 21:34

TRENTO. Sarà pubblicato entro la prima metà di aprile il nuovo bando per la gestione del locale di piazza Dante, il Liber Café, chiuso definitivamente lo scorso 31 dicembre dopo alcune polemiche e criticità sollevate dai precedenti proprietari.

 

Ora l'obiettivo è quello di coinvolgere il più possibile il tessuto economico e associativo della città per offrire un luogo appetibile non solo dal punto di vista economico e commerciale ma anche associativo.

 

“Su mandato della Giunta – ha spiegato l'assessora Mariachiara Franzoia – abbiamo avviato assieme al collega Stanchina una serie di incontri perché ci venivano richiesti e l'interesse non mancava”.

 

Sono circa una decina gli incontri che l'amministrazione avrebbe fatto fino ad oggi. “Incontri – ha spiegato Franzoia – che rappresentano un'operazione ascolto per cercare di andare incontro alle diverse esigenze per costruire poi un bando con eventuali correzioni rispetto al precedente”.

 

Molte le sollecitazioni arrivate durante gli incontri, a partire dagli interessi di tipo commerciale per il bar a quelle legate al mondo dello sport oppure alla filiera corta con prodotti biologici.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 4 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
04 agosto - 20:31
In vista di venerdì 6 agosto e dell'entrata in vigore del Green Pass, l'associazione dei Rifugi del Trentino ha stilato una lista di linee guida [...]
Cronaca
04 agosto - 19:40
Trovati 29 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 2 guarigioni. Ci sono 9 pazienti in ospedale, di cui 1 persona in [...]
Economia
04 agosto - 21:20
L'Antitrust dell'Unione europea ha approvato il regime italiano da 430 milioni di euro per risarcire i gestori degli impianti di risalita per i [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato