Contenuto sponsorizzato

Rapporti tesi con la banca, 56enne riempie cinque bancomat di colla

A individuare l'uomo i carabinieri di Pergine grazie alle immagini delle telecamere. QUI AGGIORNAMENTO 

Pubblicato il - 29 maggio 2018 - 09:13

PERGINE. I rapporti con il personale di una banca non erano dei migliori e ecco allora che per ripicca aveva deciso di riempire le tastiere numeriche di cinque bancomat con la colla.

 

L'uomo, però, un 56enne italiano, pregiudicato, è stato individuato dai carabinieri della stazione di Pergine Valsugana e denunciato per danneggiamento aggravato

 

I fatti risalgono al 21 maggio scorso, quando i carabinieri sono intervenuti  in cinque diversi sopralluoghi presso altrettanti sportelli bancomat di Pergine, messi fuori servizio da della colla versata sulle tastiere numeriche per la digitazione del pin. 

 

Dalle telecamere di sorveglianza delle banche colpite, i militari hanno acquisito le immagini e sono riusciti ad avere una identificazione certa del responsabile. Futili, i motivi che sono a monte di tali gesti, da ricondurre ai rapporti tenuti tra il denunciato e il personale di una delle banche colpite. 

 

Fatale il modus operandi e un paio di errori commessi nel corso dei danneggiamenti: l’uomo fingeva un prelievo ma anziché prendere denaro, versava colla. Il 56enne era coperto da un cappuccio e cercava di nascondersi all'occhio delle telecamere, ma durante i suoi tentativi è stato maldestro e l'Arma è riuscito a identificarlo.

 

Successivamente le indagini e ulteriori riscontri sono riusciti a confermare che l'autore dei gesti fosse proprio l'uomo, che è stato denunciato.

 

QUI AGGIORNAMENTO

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 novembre - 12:56

La neve caduta in grandi quantità e appesantita anche da pioggia e temperature in risalita è instabile in molte zone. I tecnici: ''Al di sopra dei 2200 m circa gli abbondanti accumuli di neve ventata degli ultimi giorni sono instabili. Queste possono distaccarsi già in seguito al passaggio di un singolo appassionato di sport invernali e, a livello isolato, raggiungere grandi dimensioni''

18 novembre - 12:33

L'Azienda provinciale per i servizi sanitari: "Visite ambulatoriali e prelievi potranno subire qualche disservizio". Nel frattempo i sindacati Cgil, Cisl e Uil hanno proclamato un'assemblea sindacale per quanto riguarda le autonomie locali per venerdì 22 novembre dalle 9 alle 13 alla Sala della cooperazione in via Segantini a Trento

18 novembre - 12:38

Nel programma domenicale "Non è l'arena", condotto su La7 da Massimo Giletti, è andata in onda una discussione isterica sull'Alto Adige tra Vittorio Feltri e Michaela Biancofiore, decisamente poco utile alla causa della comprensione della realtà provinciale da parte del grande pubblico nazionale. Alla complessità si è preferita la cagnara, perché insulti e visi avvampati - conditi da gravi inesattezze storiche - fanno più audience

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato