Contenuto sponsorizzato

Rovereto, Carollo ci riprova. In piazza torna il presepe di manichini

La prima installazione era stata distrutta. Carollo su Facebook: ''We are back''

Immagine tratta dal video su Facebook
Pubblicato il - 28 dicembre 2018 - 10:27

TRENTO. "We are back". Una scritta sotto un video di 14 secondi con un hashtag, "#Nativity2018xFestivalNatale". Così Ago Carollo ha mostrato alla città di Rovereto e ai trentini il presepe di piazza Rosmini ripristinato dopo che il precedente era stato vandalizzato e distrutto.

 

Il post è di ieri sera. Nel video si vede un'installazione pressoché identica a quella che negli scorsi giorni era stata distrutta e poi rimossa.

 

Sul pianale della fontana, vicino all'albero, sono tornati i due manichini che rappresentano la Madonna e San Giuseppe e la culla di legno.

 

Sotto il post del dj e organizzatore del FestivalNatale di Rovereto di quest'anno è già comparso un commento indignato.

 

Molte sono state le polemiche seguite alla prima installazione del presepe. Il regista Michele Comite aveva nascosto San Giuseppe e la Madonna con sacchi di plastica e pubblicato sui social il video dell'operazione, in cui diceva: "Rovereto merita amore e bellezza, non becera provocazione. Buon Natale".

 

Erano seguiti atti vandalici nella notte e quindi la rimozione. Ora la restituzione a Rovereto del presepe, forse il più dibattuto nella storia della città.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 ottobre - 19:56

Sono stati, purtroppo, comunicati 3 decessi tra Trento, Baselga di Pinè e Ville d'Anaunia: 17 morti in 13 giorni e 18 vittime in questa seconda ondata di Covid-19. Il bilancio complessivo è di 7.649 casi e 488 decessi in Trentino da inizio emergenza

22 ottobre - 18:32

Il presidente della Provincia di Trento è parso ancora ottimista anche se rispetto a qualche giorno fa ha ammesso che qualche preoccupazione c'è. Ma sui ''pochi'' contagi nelle scuole (che pure in pochi giorni hanno raddoppiato le classi in quarantena) la responsabilità ha spiegato che è delle attività extrascolastiche: ''Questo è un tema. Stiamo riflettendo con l'Apss''

22 ottobre - 18:07
Sono stati analizzati 1.231 tamponi, tutti letti dal laboratorio di microbiologia dell'ospedale Santa Chiara di Trento, 153 i test positivi. Il rapporto contagi/tamponi si alza a 12,4%. E' stata sospesa l'attività di verifica tamponi ai laboratori della Fondazione Mach a causa dell'infezione che è arrivata nella struttura di San Michele
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato