Contenuto sponsorizzato

Un lupo si avvicina al campo di Lavarone

Un lupo con la passione per il calcio. La Provincia conferma che alcuni esemplari circolano sull'Alpe Cimbra e che il monitoraggio è costante 

Pubblicato il - 17 gennaio 2018 - 19:11

LAVARONE. Un lupo con la passione per il calcio. Un esemplare è stato, infatti, fotografato nel campo di proprietà di Bertoldi a Lavarone sull'Alpe Cimbra.

 

La Provincia conferma che i lupi sono presenti sull'Altipiano e che il monitoraggio è costante.

 

Si tratta di un altro avvistamento vicino alle abitazioni per questi animali. Nel mese di dicembre un esemplare si era avvicinato fino a 200 metri dalla scuola elementare di Canazei e aveva incuriosito anche i bambini (Qui articolo).

 

E' ancora sul tavolo la richiesta inviata dal governatore Ugo Rossi e dall'assessore Michele Dallapiccola al Ministero per poter intervenire con proiettili di gomma per dissuadere il branco dalla frequentazione dei paese.

 

La Provincia è quindi in attesa di indicazioni da parte del Ministero e di Ispra su come procedere con l'animale. 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 luglio - 19:43

Si trovava in acqua all'altezza della spiaggia davanti al Pescatore e all'Europa. Sembra si trovasse su un pedalò quando, una volta in acqua, è sprofondato. Ancora una volta il Nucleo sommozzatori (ancora non messo nelle condizioni di partire direttamente da Mattarello come accadeva negli scorsi anni) non è arrivato in tempo utile

05 luglio - 16:51
Il drammatico scontro è avvenuto intorno alle 15.30 di oggi, domenica 5 luglio, all'altezza del campo da tamburello tra Dro e Drena. Si è verificato un violentissimo scontro tra una vettura e una moto, quest'ultima con a bordo due persone
05 luglio - 14:00

La denuncia del Codacons: “Attraverso la voce ‘tassa Covid’, che va da un minimo di 2 euro dei parrucchieri ai 10 euro dei centri estetici fino ai 40 euro richiesti dalle officine, i consumatori sono stati colpiti da vere e proprie stangate”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato