Contenuto sponsorizzato

Valanga sulle Pale di San Martino, tre escursionisti vengono travolti. Intervengono tre elicotteri

La massa di neve e detriti ha travolto i tre alpinisti nel canale Bureloni. Gli alpinisti sono riusciti a riemergere ma sarebbero gravemente contusi. Altre due persone in stato di shock

Pubblicato il - 26 maggio 2018 - 12:17

SAN MARTINO DI CASTROZZA. Sono stati travolti da una massa enorme di neve, una valanga che si è distaccata dall'alto e li ha sommersi spingendoli più a valle ma fortunatamente sono riusciti tutti e tre a riemergere e a chiamare i soccorsi. Si è sfiorata la tragedia questa mattina sulle Pale di San Martino. Tre alpinisti si trovavano nel canale Bureloni uno dei più spettacolari della Pale di San Martino, usato spesso come discesa di sci ripido e lo stavano risalendo dalla via Nord quando, intorno a quota 2.300, intorno alle 11, sono stati travolti da una valanga distaccatasi dall'alto. I tre, in cordata, sono riusciti a salvarsi e a riemergere anche per il continuo spostarsi della valanga. 

 

Hanno lanciato l'allarme e subito si è portato sul posto il personale del Soccorso alpino e sono stati inviati tre elicotteri per recuperare le persone rimaste gravemente contuse per i colpi ricevuti dalla massa di neve e detriti che li ha travolti. Due elicotteri sono partiti da Trento e uno da Belluno e ci sarebbero in difficoltà anche altri due alpinisti rimasti in stato di shock per quanto accaduto a valle del canale.

 

Le montagne, d'altronde, in questo periodo dell'anno sono particolarmente pericolose. La neve c'è ancora anche in grandi quantità ma le alte temperature la rendono particolarmente insidiosa. Circa un mese la valanga sul ghiacciaio della Fradusta sempre sulle Pale di San Martino. Anche in quel caso i due scialpinisti si erano salvati.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.22 del 09 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

10 dicembre - 05:01

La nuova Giunta della provincia di Trento non ha mai nascosto la sua contrarietà per dei progetti ritenuti troppo ''calati dall'alto'' anche se il calo delle risorse pubbliche impone delle scelte. In Trentino, tra l'altro, ci sono poco quasi 70 Comuni con meno di 1.000 abitanti contro una quindicina in Alto Adige eppure Kompatscher ha scelto (e ottenuto di finanziare) una strada opposta a quella trentina

09 dicembre - 19:38

In una conferenza stampa altisonante, la Lega trentina ha annunciato la sua presenza in piazza in concomitanza con il resto d'Italia per spiegare alla cittadinanza le politiche fiscali del governo giallo-rosso e per dire no a nuove tasse. Peccato che la manovra provinciale finisca proprio per aumentare le imposte (taglio delle esenzioni al pagamento dell'Irpef e dei ticket sanitari per tutti), colpendo i ceti più deboli e favorendo quelli più benestanti

09 dicembre - 12:52

L'usanza di rincorrersi tra "demoni" e "provocatori" è radicata nella tradizione. I Krampus accompagnano San Nicolò, lo scortano mentre dona dolci ai bambini buoni e si scatenano quando il santo se ne va, venendo poi "inghiottiti dalle tenebre". La violenza è parte dunque del rituale, e al di là di come la si consideri, il segreto per non rimanerne vittima è solo uno: tenersene lontani 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato