Contenuto sponsorizzato

Valanga sulle Pale di San Martino, tre escursionisti vengono travolti. Intervengono tre elicotteri

La massa di neve e detriti ha travolto i tre alpinisti nel canale Bureloni. Gli alpinisti sono riusciti a riemergere ma sarebbero gravemente contusi. Altre due persone in stato di shock

Pubblicato il - 26 May 2018 - 12:17

SAN MARTINO DI CASTROZZA. Sono stati travolti da una massa enorme di neve, una valanga che si è distaccata dall'alto e li ha sommersi spingendoli più a valle ma fortunatamente sono riusciti tutti e tre a riemergere e a chiamare i soccorsi. Si è sfiorata la tragedia questa mattina sulle Pale di San Martino. Tre alpinisti si trovavano nel canale Bureloni uno dei più spettacolari della Pale di San Martino, usato spesso come discesa di sci ripido e lo stavano risalendo dalla via Nord quando, intorno a quota 2.300, intorno alle 11, sono stati travolti da una valanga distaccatasi dall'alto. I tre, in cordata, sono riusciti a salvarsi e a riemergere anche per il continuo spostarsi della valanga. 

 

Hanno lanciato l'allarme e subito si è portato sul posto il personale del Soccorso alpino e sono stati inviati tre elicotteri per recuperare le persone rimaste gravemente contuse per i colpi ricevuti dalla massa di neve e detriti che li ha travolti. Due elicotteri sono partiti da Trento e uno da Belluno e ci sarebbero in difficoltà anche altri due alpinisti rimasti in stato di shock per quanto accaduto a valle del canale.

 

Le montagne, d'altronde, in questo periodo dell'anno sono particolarmente pericolose. La neve c'è ancora anche in grandi quantità ma le alte temperature la rendono particolarmente insidiosa. Circa un mese la valanga sul ghiacciaio della Fradusta sempre sulle Pale di San Martino. Anche in quel caso i due scialpinisti si erano salvati.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 March - 05:01

I sindacati Cgil, Cisl e Uil: "Chi chiedeva trasparenza e azioni concrete per contenere il contagio veniva accusato, mentre in realtà voleva solo preservare il territorio. Com'è che diceva il presidente Maurizio Fugatti? 'E poi si tira la riga e si vede il risultato'. Eccolo purtroppo". Zanella (Futura): "Giudizio impietoso. E non interessa del personale al collasso, mica c'è lui a riorganizzare e farsi turni massacranti"

07 March - 08:17

Si tratta di Federico Riccadonna, 20 anni, vigili del fuoco volontario del corpo di Riva del Garda. Ieri mattina stava raggiungendo Trento per un tirocinio e si è accorto dell'incendio. Ha dato l'allarme chiamando il 112 e subito dopo ha avvisato tutte le famiglie del condominio per farle uscire di casa. Ha trasportato, a braccia, fino al cortile, una persona in difficoltà all'ultimo piano 

07 March - 07:43

Il modus operandi del sodalizio criminale vedeva l'uso di imbarcazioni per portare in Italia ingenti quantitativi di droga. Nel corso dell’attività investigativa sono stati sottoposti a sequestro circa 50 chili di sostanza stupefacente
 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato