Contenuto sponsorizzato

A Natale aveva dovuto lasciare a casa i dipendenti perché gli avevano chiuso la strada. Ora riapre il Capriolo di Tovel: ''Pronti a ripartire''

Valentini: ''La provinciale è stata sistemata, riapre venerdì. Il nostro locale sabato. Confido nei numeri dell'estate, ma rimanere chiusi per sei mesi non va bene, serve una galleria''

Foto tratte da Facebook
Pubblicato il - 17 aprile 2019 - 22:36

TUENNO. Vi ricordate Lorenzo Valentini, il gestore del Capriolo di Tuenno? Lo avevamo lasciato sotto Natale (qui l'articolo), assieme alla famiglia, incatenato sulla strada per Tovel in un atto di protesta contro la chiusura della strada stessa, la provinciale 14. Un provvedimento preso per un problema di sicurezza che gli era costato, come aveva raccontato, "300 prenotazioni sotto le feste". Ora lo ritroviamo nel suo locale, inaugurato il 13 settembre 2018 ma rimasto chiuso per tutto l'inverno, pronto a "ritagliare il nastro".

 

L'interdizione al traffico riguardava la strada tra Tuenno e il lago di Tovel, proprio quella dove si trova il ristorante di Valentini. "Il nostro ristorante è proprio a metà strada. Dicono che è pericoloso, che magari cadono i sassi, hanno chiuso la strada senza dirci nulla" lamentava alla Vigilia di Natale il titolare.

 

Il transito era stato vietato il 21 dicembre, a solo tre mesi dall'inaugurazione del Capriolo ("Dopo i lavori costati 1,3 milioni di euro" ricordava Valentini), la chiusura prevista fino al 30 aprile prossimo.

 

Una chiusura programmata, decisa "per motivi di incolumità pubblica, con un decreto che risale al 1995" avevano fatto sapere da Piazza Dante. "Siamo al lavoro per risolvere al più presto i problemi di sicurezza che sono stati accresciuti dal maltempo di fine ottobre" aveva aggiunto l'assessora provinciale Giulia Zanotelli (qui l'articolo). 

 

Un problema di sicurezza, dunque, ma per il gestore del Capriolo e per la sua famiglia la tempistica era stata davvero sfortunata. Dopo una partenza super, Valentini si era trovato costretto, diceva, a "disdire le prenotazioni" per le feste natalizie e a "lasciare a casa i dipendenti".

 

Chi telefona al Capriolo oggi lo trova al lavoro, indaffarato nei preparativi per la riapertura. "Sono sei mesi che abbiamo l'attività ferma - racconta - Non è il massimo avere una nuova azienda e tenerla chiusa per sei mesi. Ma finalmente sabato mattina riapriamo il ristorante, giusto in tempo per Pasqua".

 

"Venerdì sera dovrebbero riaprire la strada tra Tuenno e il lago di Tovel - dice speranzoso il titolare del locale - Hanno bloccato i massi con delle reti, alcuni li hanno fatti cadere, altri hanno rovinato il paramassi. La strada doveva essere riaperta nei primi giorni di aprile, poi dieci giorni fa, ma la data è stata posticipata. Ora spero che sia la volta buona. Il geologo e i responsabili della Provincia mi hanno detto che per Pasqua sarà tutto aperto".

 

Quindi Valentini si è attrezzato: "Il mio pizzaiolo è sempre rimasto con noi. Il resto del personale purtroppo no, ho assunto dei nuovi collaboratori. Per Pasqua abbiamo già una quarantina di prenotazioni. Spero che ora le cose vadano bene come andavano appena eravamo partiti con l'attività. Confido nell'estate. Si fa fatica a guadagnarsi una clientela".

 

Ma rimane la preoccupazione per il prossimo inverno: "Basterebbe una mezza galleria, una di quelle da 100 metri che si vedono spesso in montagna in Alto Adige. Ce n'è anche in Bondone. Sono gallerie che sono ricoperte di terra e non hanno alcun impatto ambientale. L'azienda c'è e bisogna sfruttarla. Non si può mica lavorare solo sei mesi all'anno".

 

La famiglia Valentini riaprirà il Capriolo con una festa o, magari, una nuova inaugurazione? "Mi piacerebbe - risponde scaramantico il signor Lorenzo - ma i tempi si continuano ad allungare e io ho paura ad organizzare una festa. Quando abbiamo inaugurato il ristorante abbiamo fatto una festa, ma ora c'è ben poco da festeggiare. Ora c'è solo da rimboccarsi le maniche e lavorare: la voglia c'è tutta". "Mettiamola così - scherza infine - diciamo che sono pronto per "ritagliare il nastro"".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 agosto 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 agosto - 19:02

Domani il telegiornale di Italia 1 si collegherà per celebrare il passaggio numero 400mila sulla ciclovia. Molti i turisti, da tutto il mondo. Il vicesindaco Risatti: "Siamo in controtendenza perché teniamo una qualità alta con prezzi calmierati. Le critiche alla sostenibilità della pista? Solo chiacchiere da fanfaroni"

22 agosto - 19:54

Erano stati additati come il pericolo numero uno per i capi di bestiame trentini ma ci si è presto dimenticati di loro. Inoltre, il rapporto Grandi Carnivori 2019 afferma che finora hanno provocato meno danni rispetto allo scorso anno

22 agosto - 20:24

L'incidente è avvenuto attorno alle 17.30. L'ambulanza è uscita autonomamente di strada finendo poi contro una macchina parcheggiata. Sul posto vigili del fuoco e altri tre mezzi sanitari 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato