Contenuto sponsorizzato

Cinema Astra imbrattato, solidarietà dai sindacati. CasaPound: ''Ai poveri antifascisti diciamo di trovare coraggio di affrontarci a viso aperto''

 Ieri sera la proiezione del film Red Land (Rosso Istria). Solidarietà ai gestori anche dal M5S e dall'assessore provinciale Bisesti. Il Comune di Trento entro domani pulirà le pareti esterne del multisala

Pubblicato il - 06 febbraio 2019 - 15:47

TRENTO. “Solidarietà ai gestori, mentre ai poveri antifascisti consigliamo di trovare il coraggio di affrontarci a viso aperto" queste le parole contenute nella nota inviata questa mattina da CasaPound a firma di Filippo Castaldini in merito all'atto vandalico che questa notte ha colpito il cinema Astra in corso Buonarroti.

 

Ieri sera nel multisala era stato proiettato il Red Land, Rosso d'istria, attraverso il quale si racconta la morte di Norma Cossetto, istriana, uccisa dai partigiani jugoslavi nel 1943.

 

“Un film emozionante - ha detto Castaldini - che ha saputo raccontare con chiarezza una delle pagine più buie della nostra storia. Come al solito, con la notte, i codardi, gli infoibatori della memoria, sono usciti per imbrattare, questa volta anche disonorando il ricordo dei circa 10 mila italiani uccisi dai partigiani titini”. “Sempre i pochi noti – ha concluso Castaldini - che, non capaci di trovare il proprio spazio nella comunità, arrecano danni a  gli stessi che il 9 febbraio proveranno ancora una volta a rovinare la nostra commemorazione, molto spesso nel silenzio di politica e istituzioni”.

 

Solidarietà al cinema Astra è arrivata anche con una nota unitaria da Cgil, Cisl e Uil. “Non è sicuramente con gli atti vandalici, con le scritte violente e ingiuriose – spiegano i sindacati - che si affermano le proprie ragioni né si esprime il proprio dissenso politico. Quanto accaduto questa notte ai danni del Cinema Astra è solo un atto codardo e offensivo, che di politico ha solo la strumentalizzazione”.

 

Per i sindacati “la verità storica dovrebbe sempre essere ricercata in quanto tale, non piegata come purtroppo avvenuto anche in questa circostanza, alla convenienza e al tornaconto anche mediatico delle parti. Esprimiamo tutta la nostra solidarietà ad Antonio Artuso, persona attenta, sulla cui sensibilità culturale e disponibilità abbiamo potuto contare più volte nell'organizzazione di diverse delle nostre manifestazioni culturali”.

Piena solidarietà ai gestori del multisala dal consigliere comunale del M5S, Andrea Maschio e ad intervenire è stato anche l'assessore provinciale alla Cultura, Mirko Bisesti. “Atti di vandalismo come questi – ha affermato - sono da condannare assolutamente. Trento è una città civile e non deve tollerare chi fa la vera intolleranza". 

 

Il Comune di Trento ha rassicurato che saranno presto eliminate le scritte ingiuriose  che sono rimaste nelle pareti d'entrata al cinema Astra. Grazie a un accordo tra la multisala e l'amministrazione comunale, al più tardi entro la giornata di domani  verrà effettuata la pulizia. "L'Amministrazione comunale - viene spiegato in una nota - nell'esprimere la sua condanna nei confronti di un gesto che offende la memoria delle vittime e degli esuli della Dalmazia e della Venezia Giulia, si impegna dunque a ripristinare quanto prima la facciata del cinema ed esprime la sua solidarietà tanto al gestore quanto agli organizzatori dell'evento".

 

 

 

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 novembre - 17:22
Sono stati analizzati 3.695 tamponi, 265 i test risultati positivi. Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 7,2%. Altri 12 decessi, il bilancio è di 236 morti in questa seconda ondata
29 novembre - 15:10

Dai primi fastidi alle settimane rinchiusa in casa. Ilaria, residente a Egna, racconta il suo viaggio nella lotta contro il Covid. Tra i più grandi ostacoli spiccano quelli mentali: "Mi sentivo psicologicamente demoralizzata perché credetemi, questa bestia prende tutto, pure la mente. Spero che la mia storia sia di aiuto a chi si trova nella mia stessa situazione"

29 novembre - 17:00

Una persona estratta dalla lamiere dell’auto con le pinze idrauliche. Il ferito trasportato in codice rosso all’ospedale. Sul posto sanitari vigili del fuoco e forze dell’ordine

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato