Contenuto sponsorizzato

Gli ambientalisti chiedono al prefetto un incontro dopo l'ennesimo incidente di caccia. "4 casi in meno di un mese. E' un problema di ordine pubblico"

Diverse sigle ambientaliste hanno pubblicato una nota in cui richiedono un intervento del Commissario del governo a seguito del caso di Sant'Orsola, in cui un cacciatore ha ferito due amici. "I casi sono 4 in meno di un mese, qui bisogna mettere mano ai regolamenti. Vogliamo un incontro con il Commissario del governo e l'assessora Zanotelli"

Di Davide Leveghi - 06 novembre 2019 - 18:04

TRENTO. Altro che lupi, cinghiali e men che meno orsi, il problema sono i cacciatori. A dirlo sono le sigle ambientaliste di Enpa, Lac, Lav, Legambiente, Lipu, Pan-Eppaa e Wwf, a seguito dell'ennesimo episodio di ferimento da arma da fuoco avvenuto stamane presso Sant'Orsola, in val dei Mocheni (qui l'articolo).

 

“Il Trentino sta divenendo un Far-West per colpa della caccia, questo sì è un vero problema di ordine pubblico”, hanno dichiarato i responsabili trentini delle associazioni ambientaliste, che alla luce dei recenti e sempre più frequenti incidenti venatori chiedono un incontro urgente con il Commissario del governo.

 

Il bilancio degli incidenti di caccia nell'ultimo mese – meno di un mese in realtà – conta ben 4 feriti. Tra questi l'odierno ferimento di due cacciatori da parte di un amico, attirato dal movimento dei cespugli, e quello avvenuto in valle di Ledro, in cui un uomo ha riportato una forte botta dopo essere scivolato dal palco adibito all'osservazione degli animali nel corso dell'attività venatoria (qui l'articolo).

 

A rendere la situazione più preoccupante, aggiungono, c'è poi la segnalazione pervenuta più volte da parte dei residenti di spari vicino alle case. Nei giorni scorsi tale notizia era rimbalzata sui media dopo una denuncia proveniente da Gazzadina (qui l'articolo). Per questo le associazioni parlano di allarme rosso sul piano della sicurezza pubblica.

 

“Vanno presi provvedimenti immediati – dichiarano nella nota stampa – per evitare che prima o poi possa scapparci l'ennesimo morto, sia tra i cacciatori che tra i comuni frequentatori del bosco. Questo sì è un vero tema di incolumità di ordine pubblico, non certo quello di discutere su animali selvatici avvistati nelle periferie dei nostri centri abitati”.

 

Nell'incontro richiesto al Commissario del governo, a cui le associazioni invitano anche l'assessora all'agricoltura, foreste, caccia e pesca Giulia Zanotelli, verranno proposte misure concrete per migliorare la sicurezza di tutti, tra cui la riduzione dell'orario di caccia nei momenti di minore visibilità, l'immediata sospensione in alcune zone particolarmente critiche, maggiore vigilanza sul territorio e che le associazioni stesse possano sedere al tavolo del Comitato per l'ordine pubblico, “in modo da essere garanti della salute dei propri cittadini associati”.

 

Nella giornata di ieri, intanto, nel veronese un cacciatore ha ferito gravemente un bracciante tentando di sparare a una lepre (qui l'articolo). 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 novembre - 05:01

Il consigliere pentastellato non ci sta: il manifesto va cambiato perché manda un messaggio sbagliato. "Non va inculcato nella testa dei bambini che il papà è un orco". Non si è fatta attendere la reazione di Non una di meno-Trento: "Per contrastare ogni discriminazione e fenomeno oppressivo dobbiamo guardare alla sua radice e non annacquare tutte le situazioni in riferimenti generici privi di contesto"

21 novembre - 18:12

Nata cinque anni fa è una delle prime biblioteche ad alta quota. All'interno si possono trovare libri di tutti i tipi anche in lingua straniera ma anche laboratori e spazi gioco per i più piccoli. Il successo è tanto che quest'anno la biblioteca all'interno dell'igloo cerca personale 

22 novembre - 08:22

Si tratta di Luca Bettega. Sul posto si sono portati i carabinieri e il medico legale. E' stata disposta l'autopsia per accertare le causa della morte 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato