Contenuto sponsorizzato

In quattro ingoiano 343 ovuli di cocaina ed eroina, fermati dalla guardia di finanza appena scesi dal treno

La droga sequestrata avrebbe potuto fruttare oltre 600 mila euro. I quattro stavano viaggiando su un treno proveniente dall'Austria

Pubblicato il - 09 August 2019 - 13:34

BOLZANO. Avevano ingerito complessivamente 343 ovuli contenenti in tutto quattro chili di cocaina ed eroina. Quattro giovani nigeriani, appena scesi da un treno proveniente dall'Austria sono stati fermati alla stazione ferroviaria del Brennero e arrestati dalla guardia di finanza.

 

I militari stavano svolgendo dei controlli e i quattro soggetti hanno insospettito i militari per il loro atteggiamento eccessivamente nervoso e per le dichiarazioni contraddittorie e poco verosimili sulla natura, tempistiche e itinerario del viaggio.

 

Sulla base degli elementi e delle informazioni raccolte, che fornivano sufficienti indizi per pensare che i quattro potessero essere coinvolti in qualche traffico illecito, sono stati in un primo momento accuratamente perquisiti e poi, sulla scorta delle precedenti esperienze operative, condotti al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Bressanone per essere sottoposti a specifici esami strumentali.

 

L’intuizione dei militari veniva confermata dagli esami clinici, che consentivano di appurare che le quattro persone avevano ingerito complessivamente 343 ovuli contenenti circa 4 chilogrammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina ed eroina.

 

La criminalità nigeriana, infatti, è ben conosciuta per assoldare, ai fini del traffico di sostanze stupefacenti. Stiamo parlando dei cosiddetti Body Packers che riescono a trasportare significative quantità di sostanze stupefacenti mediante l’ingerimento di ovuli termosaldati del peso di circa 10/12 grammi ciascuno.

 

Questi ovuli vengono suddivisi già alla partenza per “acquirenti” mediante sigle o forme geometriche applicate con un pennarello (ad esempio “HH”, “SP”, “500” ecc) riportate su ogni involucro. Questa suddivisione permette, dopo l’espulsione degli ovuli, la pronta consegna ad altrettanti pusher incaricati dello smercio al dettaglio delle partite illecite.

 

I quattro soggetti sono stati arrestati per traffico di sostanze stupefacenti ed associati alla casa circondariale di Bolzano; nel corso dell’operazione, sono stati sequestrati, oltre alla droga rinvenuta, anche 8 cellulari e denaro contante per 1.410 euro. Una volta immessa sul “mercato”, opportunamente tagliata, la droga sequestrata avrebbe potuto fruttare oltre 600 mila euro.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
22 giugno - 19:23
In Aula il consigliere provinciale in quota Onda civica è ritornato sulla scomparsa di Sara Pedri: "Una risposta che arriva dopo due anni e [...]
Politica
22 giugno - 16:59
Il consigliere del Pd aveva chiesto spiegazioni sul perché alcuni alberghi trentini sul sito di Visit Trentino invece che la canonica dicitura [...]
Cronaca
22 giugno - 18:32
L'allerta è scattata lungo la strada statale 43 sul territorio comunale di Cles. Sul posto ambulanza, elicottero, vigili del fuoco di zona e forze [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato