Contenuto sponsorizzato

Legionella, una morte sospetta al Santa Chiara. La Procura ha aperto un'inchiesta

L'uomo di 78 anni è deceduto mercoledì. Era stato ricoverato l'8 maggio per un'operazione. La Procura si è mossa dopo la segnalazione arrivata dalle figlie 

Pubblicato il - 24 maggio 2019 - 08:41

TRENTO. E' un fascicolo per omicidio colposo a carico di ignoti quello che aperto in Procura dopo la morte di un uomo, 78 anni, al Santa Chiara per legionella. Il decesso è avvenuto mercoledì ma l'uomo era ricoverato dall'otto maggio perché doveva sottoporsi ad una operazione.

 

La procura si è mossa dopo la segnalazione che è arrivata da parte delle figlie dell'uomo che chiedono chiarezza sulle cause della morte e su dove il loro padre abbia contratto la legionella.

 

Le indagini sono appena iniziate e per avere notizie certe servirà attendere la conclusione del lavoro degli inquirenti. Ieri, intanto, sono state sequestrate le cartelle cliniche del 78enne e la stanza dove si trovava.

 

Da parte dell'Azienda sanitaria già mercoledì, dopo il decesso, sono iniziati i controlli sull'acqua per verificare se dagli impianti interni potesse provenire la legionella. I protocolli messi in atto da parte dell'azienda sanitaria trentina sono molto rigidi da questo punto di vista anche per evitare la proliferazione di questo batterio.

 

Le indagini dovranno ora portare luce principalmente su due aspetti: il primo riguarda il “dove” l'uomo ha contratto la legionella e se il contagio possa essere avvenuto all'interno dell'ospedale. Il secondo aspetto da chiarire è la causa di morte, se effettivamente è stata la legionella oppure se il decesso derivi da un quadro clinico già compromesso.

 

Per tutto questo sono ancora in corso sia le indagini della Procura, attraverso il Nas, sia quelle interne dell'ospedale.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 settembre - 05:01

Parole dure, quella della massima carica della Lega in provincia di Trento. Parole da fine stratega che bolla Caramaschi ''comunista'' e ricorda che il tempo dei ''doppi giochi è finito'' dimenticandosi del fatto che a Riva del Garda pur di avere qualche speranza di vittoria e per poter dire ''beh almeno lì ce l'abbiamo fatta'' la sua Lega sta facendo di tutto (leggasi accordi per cariche) per accaparrarsi Malfer e il Patt 

27 settembre - 20:21

La diffusione del virus Comune per Comune: a Rovereto 11 casi, 8 a Trento. La Provincia di Trento maglia nera fra i territori italiani per quanto riguarda l’incidenza. Ecco la mappa dei contagi sul territorio

27 settembre - 18:22

Davide Bassi, ex rettore dell'Università di Trento, di fronte alla crescita dei contagi in Regione nelle ultime settimane, si è interrogato sulle modalità di somministrazione dei tamponi. Farne tanti è infatti sempre una garanzia di una più efficace strategia di contenimento del virus? La risposta è scettica e fa riflettere sul modo con cui la Giunta Fugatti ha comunicato in questi mesi di emergenza. "Non serve farne tanti ma alle persone giuste"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato