Contenuto sponsorizzato

Rischio legionella, controlli da parte dei carabinieri: nei guai due alberghi

Il Nas ha effettuato diversi controlli nelle ultime settimane. Sono stati pizzicati due alberghi, uno dell'Alto Garda e l'altro in Alto Adige sprovvisti di un Piano di prevenzione dei rischi

Di gf - 07 luglio 2019 - 08:14

TRENTO. Proseguono i controlli su tutto il territorio da parte del Nas di Trento nelle strutture ricettive per verificare il rispetto delle nome igienico sanitarie e soprattutto dell'adozione del Piano di prevenzione dei rischi all'interno del quale vi è un capitolo con precise prescrizioni in materia di prevenzione della legionellosi.

 

Nel corso di questi controlli sono state pizzicate due strutture alberghiere, una nell'Alto Garda e l'altra in Alto Adige, sprovviste del documento di valutazione dei rischi e quindi nell'impossibilità di garantire la prevenzione della legionella per lavoratori e ospiti. Il documento, infatti, contiene una serie di prescrizioni che i titolari della struttura alberghiera devono osservare, come per esempio il controllo dei sanitari, e che invece sono stati ignorate nei due casi trovati dal Nas.

 

Sul fronte della legionella l'attenzione in Trentino rimane molto alta. Già ad inizio anno sempre i carabinieri del Nas di Trento avevano denunciato per omicidio colposo 8 titolari di strutture ricettive dell'Altopiano della Paganella dopo che nell'estate nel 2018 erano stati 19 i turisti ammalati di legionella e di questi 3 sono morti. (QUI L'ARTICOLO)

 

A metà maggio di quest'anno, invece, al Santa Chiara un uomo di 78 anni, ricoverato per un intervento è morto dopo aver contratto la legionella (QUI L'ARTICOLO). Da una serie di accertamenti è emerso che il 78enne sembrerebbe aver contratto il batterio proprio in ospedale. La questione però non è ancora del tutto chiara. Anche le tubature dell'abitazione dell'uomo sarebbero risultate positive alla legionella. Sono quindi in corso ulteriori approdonfimenti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 settembre - 05:01

Parole dure, quella della massima carica della Lega in provincia di Trento. Parole da fine stratega che bolla Caramaschi ''comunista'' e ricorda che il tempo dei ''doppi giochi è finito'' dimenticandosi del fatto che a Riva del Garda pur di avere qualche speranza di vittoria e per poter dire ''beh almeno lì ce l'abbiamo fatta'' la sua Lega sta facendo di tutto (leggasi accordi per cariche) per accaparrarsi Malfer e il Patt 

27 settembre - 20:21

La diffusione del virus Comune per Comune: a Rovereto 11 casi, 8 a Trento. La Provincia di Trento maglia nera fra i territori italiani per quanto riguarda l’incidenza. Ecco la mappa dei contagi sul territorio

27 settembre - 18:22

Davide Bassi, ex rettore dell'Università di Trento, di fronte alla crescita dei contagi in Regione nelle ultime settimane, si è interrogato sulle modalità di somministrazione dei tamponi. Farne tanti è infatti sempre una garanzia di una più efficace strategia di contenimento del virus? La risposta è scettica e fa riflettere sul modo con cui la Giunta Fugatti ha comunicato in questi mesi di emergenza. "Non serve farne tanti ma alle persone giuste"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato