Contenuto sponsorizzato

Rimettersi in gioco lavorando: aperte le iscrizioni dei corsi per le donne vittime di violenza

La Provincia ha lanciato un triplice percorso con l'agenzia Intelliform rivolto alle donne vittime di violenza per l'acquisizione di competenze lavorative. L'indipendenza economica e il recupero dell'autostima e della consapevolezza di sé, infatti, svolgono un ruolo decisivo per chi deve uscire da una situazione violenta

Di Davide Leveghi - 03 dicembre 2019 - 15:58

ROVERETO. Formare le donne vittime di violenza a un lavoro altamente ricercato in Trentino. È questo lo scopo dell'iniziativa lanciata dalla Provincia di Trento e dall'Agenzia per il lavoro, con cui le iscritte ai corsi di formazione per lo sviluppo professionale avranno modo di dedicarsi attraverso tre diversi percorsi ad acquisire le competenze utili a ricostruire l'autostima, riprendere le relazioni sociali positive e creare le basi per la propria indipendenza economica.

 

Non è la prima iniziativa promossa dalla Pat, che da anni è ormai impegnata in azioni di supporto nei confronti di donne vittime di violenza, ponendo in essere progetti di tipo economico-lavorativo. In questo caso, sulla base degli avvisi rivolti all'inclusione socio-lavorativa, il programma operativo Fse 2014-2020 prenderà in carico tutte coloro, vittime di violenza, che cercano nell'inserimento lavorativo la soluzione all'acquisizione di un'autonomia economica, determinante per poter uscire da una situazione di violenza e per recidere ogni contatto con l'aggressore.

 

All'interno delle coppie, o delle ex coppie, infatti, si consuma la maggior parte degli episodi di violenza. Nell'83% dei casi – l'Osservatorio provinciale sulla violenza si genere ha registrato per il 2018 696 denunce e procedimenti di ammonimento – la vittima conosce difatti l'autore, nel 61% dei casi si tratta proprio del partner o ex partner. La media, anche in Trentino, lancia un segnale d'allarme sociale: ogni mese avvengono almeno 50 episodi di violenza con una frequenza di 1,7 al giorno. Ma i dati, necessariamente, rappresentano una sottostima, considerando che alle autorità arriva solo il 10% dei casi di violenza.

 

Tra le proposte lanciate dall'Agenzia per il lavoro, pertanto, c'è quella di Intelliform Il talento delle donne: rimettiamoci in gioco”, strutturata in 3 percorsi formativi per lo sviluppo di figure professionali altamente ricercate sul territorio trentino come bartender, amministrazione del personale e addetta alle vendite.

 

Ogni donna, in questi percorsi, potrà contare sulla presenza di un life coach a sostegno dell'azione di empowerment, cioè di conquista della consapevolezza di sé e delle proprie scelte. I corsi, che si svolgeranno a Rovereto, saranno organizzati in modalità part-time (4 ore al giorno) per permettere alle partecipanti di conciliare il percorso professionale con la cura dei propri impegni familiari. Al termine dell'esperienza, infine, Tempor Spa-Agenzia per il lavoro promuoverà le candidate presso le proprie aziende clienti per nuove opportunità lavorative in linea con le competenze acquisite.

 

Le iscrizioni sono aperte fino al 20 dicembre 2019, mentre i corsi inizieranno indicativamente dal 20 gennaio 2020.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
17 October - 13:20
Manifestazione del Patt per dire no alla Valdastico – A31 con uscita a Rovereto. Il segretario Simone Marchiori "Nessuno è mai riuscito a [...]
Cronaca
17 October - 13:00
Inizialmente sembrava che i portuali dovessero tornare al lavoro già da oggi (17 ottobre), ma poi il Coordinamento dei lavoratori di Trieste ha [...]
Cronaca
17 October - 11:54
L'episodio è avvenuto nelle prime ore di questa mattina nel veronese e sul posto si sono portati i soccorsi sanitari. La signora, fortunatamente, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato