Contenuto sponsorizzato

Un branco di lupi sbrana alcune pecore, Fugatti: ''E' un problema di ordine pubblico, chiesto un vertice al commissario di governo''

Il governatore in vista ad Ala attacca la precedente amministrazione provinciale: "Sono stati inconcludenti. Qui ognuno deve prendersi le proprie responsabilità, noi ci prenderemo le nostre, ma i cittadini non possono correre simili rischi"

Di Luca Andreazza - 20 gennaio 2019 - 18:54

ALA. "Non è tollerabile che i lupi possano arrivare così vicini alle case, nel fondovalle, ormai si tratta di una questione di ordine pubblico", queste le parole di Maurizio Fugatti a commentare la predazione di pecore avvenuta in quel di Ala, in località Marani, nella giornata di sabato 19 gennaio. 

 

"Occorre agire con rapidità e decisione - aggiunge il presidente - per questo ho chiesto al commissario del governo la convocazione, quanto prima, del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica". L'aggressione è avvenuta intorno alle 6.30 poco lontano da un gruppo di case.

 

"Le pecore - dice Mariano Zomer, il proprietario del gregge di pecore sbranato -  erano custodite in un recinto elettrificato alto 1.45 metri e fornito dalla Provincia come prevenzione anti-lupo. Il branco si è scagliato contro il recinto, spaventando tutto il gregge, che in preda al panico ha sfondato il recinto per scappare. Alcuni agnelli sono rimasti schiacciati, altri sono rimasti incastrati nella rete elettrificata, mentre tre pecore sono state sbranate dai lupi". 

 

Le pecore sbranate sono state trovate ad una ventina di metri di distanza dalle case abitate in zona, mentre l'aggressione si è verificata nei vigneti a circa 50 metri dalle abitazioni. Oltre al presidente della Provincia, anche la deputata trentina Vanessa Cattoi, il sindaco di Ala, Claudio Soini, e l'assistente forestale Tommaso Borghetti si sono portati sul luogo dell'accaduto. 

 

"Sul problema – conclude Fugatti – la precedente amministrazione provinciale è stata del tutto inconcludente. Qui ognuno deve prendersi le proprie responsabilità, noi ci prenderemo le nostre, ma i cittadini non possono correre simili rischi" (Qui articolo).

 

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 febbraio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 febbraio - 08:20

Alla serata organizzata dal gruppo "Genitori e insegnanti per la cittadinanza attiva" sul futuro delle Pari opportunità la proposta di una dirigente scolastica: "Attrezziamoci per portare avanti comunque la promozione del rispetto e dell'uguaglianza". La prorettrice Poggio: "L'università continuerà a fare formazione"

21 febbraio - 09:47

Danni ingenti all'incrocio tra corso Rosmini e via Fontana a Rovereto: divelta una teca espositiva e vetri in frantumi. Nella vettura anche un'altra persona, nessun ferito. I passanti: ''Il mezzo finito proprio dentro la vetrina''

20 febbraio - 19:01

Il video mostra chiaramente cosa pensava il consigliere leghista prima di diventare presidente e cioè che per un decennio tutti abbiano mentito sul ritorno del lupo in Trentino (pensiero confermato dalla parlamentare Cattoi pochi giorni fa). Ora che è alla guida della Pat ha accesso a documenti e studi e può parlare con quegli stessi dirigenti che definiva con una ''impostazione ideologica''. Interrogazione di Ugo Rossi ''al fine di meglio tutelare l’immagine dell’istituzione che rappresenta''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato