Contenuto sponsorizzato

Valanga sull'Altissimo, ci potrebbero essere persone coinvolte. Soccorso alpino e elicottero in azione

Una valanga si è staccata poco fa sul monte Altissimo. L'operazione è ancora in corso e non si conoscono le condizioni sanitarie e l'esatto numero delle persone coinvolte nell'incidente, così come il fronte della valanga che si è staccato dalla montagna

Pubblicato il - 06 dicembre 2019 - 15:36

TRENTO. Una valanga si è staccata poco fa sul monte Altissimo e, secondo le prime informazioni, ci potrebbero essere delle persone coinvolte. Immediato l'allarme e sul posto sono entrate in azione le unità di Soccorso alpino, compreso l'elicottero, per mettere in sicurezza l'area e cercare di salvare gli eventuali escursionisti che sarebbero rimasti coperti dalla coltre di neve.

 

L'operazione è ancora in corso e non si conoscono le condizioni sanitarie e l'esatto numero delle persone coinvolte nell'incidente, così come il fronte della valanga che si è staccato dalla montagna.

 

Le abbondanti precipitazioni nevose e il rialzo termico rende i versanti instabili. La neve, scesa a quote medio-alte, si è accumulata e questo aumenta esponenzialmente il rischio valanghe (QUI ARTICOLO).

 

Durante le scorse settimane, infatti, in pochi giorni è caduto oltre un metro di neve alle quote più alte e le piogge che sono seguite hanno reso instabili gli accumuli di neve. Sui pendii erbosi, inoltre, sono possibili valanghe per scivolamento di neve, pericolo aumentato dall'escursione termica

 

Tanto che anche i rifugi sono in difficoltà, una situazione comune in tutto l'arco alpino, come nel caso del Giorgio Dal Piaz nel feltrino, che ha pubblicato un lungo post per avvisare clienti e appassionati di non recarsi in quota: "Stiamo facendo delle ricognizioni e in questa foto vedete quali sono i rischi al momentooltre quota 1800 metri ci sono dei lastroni che si possono staccare da un momento all’altro (quello in foto ha un fronte di 60-70 metri). Il rifugio rimane chiuso per ora e vi invitiamo a non salire" (QUI ARTICOLO). 

 

Nei giorni scorsi, invece, si sono registrate, purtroppo, due vittime per una valanga che si è distaccata nella zona di Punta Helbronner sul Monte Bianco (QUI ARTICOLO). In Trentino MeteoTrentino segnala la possibilità di valanga, anche se il rischio è moderato, il pericolo resta comunque elevato. 

 

A causa del rialzo termico e l'irradiazione solare diurni sono possibili isolate valanghe per scivolamento di neve e colate umide, anche se di piccole dimensioni. Gli accumuli di neve ventata per lo più di piccole dimensioni possono subire un distacco soprattutto in caso di forte sovraccarico a tutte le esposizioni in quota. Questi punti pericolosi sono rari e facili da individuare. Sulla dura superficie del manto nevoso, prosegue MeteoTrentino nel bollettino, sussiste un pericolo di caduta anche sui versanti poco ripidi, specialmente dopo una notte serena.

 

QUI AGGIORNAMENTO

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 gennaio - 05:01

Ecco raccontata in immagini (utilizzando alcuni dei post dell'onorevole Cattoi) gli ultimi dieci giorni dei nostri parlamentari tra pollici alzati, selfie e un Sutto che, ormai convinto di essere diventato un emiliano romagnolo, scrive: ''Questa domenica in Emilia-Romagna mettiamo la croce anche sul rettangolo col nome di Lucia Borgonzoni''. Cia: ''Auspicavo che il nome del candidato sindaco fosse fatto senza attendere le elezioni ritenendo che tale scelta spettasse ad una valutazione puramente territoriale''

25 gennaio - 19:21

Bisesti conferma l'impegno della Giunta per trovare una soluzione al problema della carenza degli insegnati di sostegno, ma le consigliere Coppola e Ferrari vanno all'attacco: “In 6 mesi solo risposte vaghe e inadeguate, mentre il progetto per la formazione dei docenti con Unitn sembra ancora in alto mare”

25 gennaio - 20:22

Trento abbraccia il presidente della Repubblica, oltre 20mila persone collegate per ascoltare l’intervento del capo dello stato: “Il carisma dell’unità si traduce in fraternità verso tutti, senza pregiudizi né barriere, fraternità come valore universale”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato