Contenuto sponsorizzato

Valanga sull'Altissimo, ci potrebbero essere persone coinvolte. Soccorso alpino e elicottero in azione

Una valanga si è staccata poco fa sul monte Altissimo. L'operazione è ancora in corso e non si conoscono le condizioni sanitarie e l'esatto numero delle persone coinvolte nell'incidente, così come il fronte della valanga che si è staccato dalla montagna

Pubblicato il - 06 dicembre 2019 - 15:36

TRENTO. Una valanga si è staccata poco fa sul monte Altissimo e, secondo le prime informazioni, ci potrebbero essere delle persone coinvolte. Immediato l'allarme e sul posto sono entrate in azione le unità di Soccorso alpino, compreso l'elicottero, per mettere in sicurezza l'area e cercare di salvare gli eventuali escursionisti che sarebbero rimasti coperti dalla coltre di neve.

 

L'operazione è ancora in corso e non si conoscono le condizioni sanitarie e l'esatto numero delle persone coinvolte nell'incidente, così come il fronte della valanga che si è staccato dalla montagna.

 

Le abbondanti precipitazioni nevose e il rialzo termico rende i versanti instabili. La neve, scesa a quote medio-alte, si è accumulata e questo aumenta esponenzialmente il rischio valanghe (QUI ARTICOLO).

 

Durante le scorse settimane, infatti, in pochi giorni è caduto oltre un metro di neve alle quote più alte e le piogge che sono seguite hanno reso instabili gli accumuli di neve. Sui pendii erbosi, inoltre, sono possibili valanghe per scivolamento di neve, pericolo aumentato dall'escursione termica

 

Tanto che anche i rifugi sono in difficoltà, una situazione comune in tutto l'arco alpino, come nel caso del Giorgio Dal Piaz nel feltrino, che ha pubblicato un lungo post per avvisare clienti e appassionati di non recarsi in quota: "Stiamo facendo delle ricognizioni e in questa foto vedete quali sono i rischi al momentooltre quota 1800 metri ci sono dei lastroni che si possono staccare da un momento all’altro (quello in foto ha un fronte di 60-70 metri). Il rifugio rimane chiuso per ora e vi invitiamo a non salire" (QUI ARTICOLO). 

 

Nei giorni scorsi, invece, si sono registrate, purtroppo, due vittime per una valanga che si è distaccata nella zona di Punta Helbronner sul Monte Bianco (QUI ARTICOLO). In Trentino MeteoTrentino segnala la possibilità di valanga, anche se il rischio è moderato, il pericolo resta comunque elevato. 

 

A causa del rialzo termico e l'irradiazione solare diurni sono possibili isolate valanghe per scivolamento di neve e colate umide, anche se di piccole dimensioni. Gli accumuli di neve ventata per lo più di piccole dimensioni possono subire un distacco soprattutto in caso di forte sovraccarico a tutte le esposizioni in quota. Questi punti pericolosi sono rari e facili da individuare. Sulla dura superficie del manto nevoso, prosegue MeteoTrentino nel bollettino, sussiste un pericolo di caduta anche sui versanti poco ripidi, specialmente dopo una notte serena.

 

QUI AGGIORNAMENTO

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 11 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 luglio - 05:01

L’assestamento di bilancio presentato dalla giunta Fugatti non convince, Rossi: “Pura propaganda, se poi non si stanziano i fondi le grandi opere rimarranno solo sulla carta, gli unici cantieri che sono stati avviati sono collegati alle opere pensate nella scorso legislatura”. Per gli imprenditori le chiusure domenicali provocheranno la fuga dei consumatori verso Bolzano e il Veneto

13 luglio - 08:41

Sul posto si sono portati i carabinieri e i soccorsi sanitari che non hanno potuto far altro che constatare la morte 

13 luglio - 08:07

Molto conosciuta e di rara sensibilità, Ierma è riuscita a spiegare la sua malattia ai bambini attraverso un libro "La Pazienza dei sassi". Tanti i messaggi di ricordo e di condoglianze: "Una persona speciale''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato