Contenuto sponsorizzato

Vento fortissimo in Trentino, danni ad una scuola e piante abbattute. Vigili del fuoco in azione su tutto il territorio

Il forte vento ha provocato il distacco di alcuni pannelli esterni della scuola primaria di Bolognano. Diversi danni già a partire da ieri pomeriggio su tutto il territorio 

Pubblicato il - 13 maggio 2019 - 08:36

ARCO. Il forte vento che si sta abbattendo in queste ore su tutto il territorio provinciale ha creato non pochi problemi con l'impegno di numerosi corpi dei vigili del fuoco volontari per taglio piante e messa in sicurezza di abitazioni private e strutture pubbliche.

 

Una delle situazioni critiche è avvenuta a Bolognano, frazione di Arco, alla scuola primaria. A causa del forte vento, infatti, nel tardo pomeriggio di ieri si è verificato il distacco di una grande porzione di cappotto della facciata sud della scuola con il rischio di caduta di alcuni pannelli.

Sul posto si sono portati i vigili del fuoco di Arco assieme al sindaco Alessandro Betta. I vigili sono riusciti a mettere in sicurezza l'edificio sistemando il cappotto. Non ci sono problemi statici alla struttura scolastica che oggi risulta aperta senza alcun problema.

 

Sempre in serata nella zona di Linfano i vigili del fuoco di Arco sono nuovamente intervenuti per la caduta di una pianta nella zona della ciclabile. Anche in questo caso i rami sono stati rimossi e la viabilità è stata ristabilita.

 

I problemi causati dal vento sono iniziati ieri pomeriggio e si sono verificati in tutta la regione. A Maia Alta un'auto è rimasta schiacciata sotto gli alberi. (QUI L'ARTICOLO)

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 novembre - 17:22
Sono stati analizzati 3.695 tamponi, 265 i test risultati positivi. Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 7,2%. Altri 12 decessi, il bilancio è di 236 morti in questa seconda ondata
29 novembre - 15:10

Dai primi fastidi alle settimane rinchiusa in casa. Ilaria, residente a Egna, racconta il suo viaggio nella lotta contro il Covid. Tra i più grandi ostacoli spiccano quelli mentali: "Mi sentivo psicologicamente demoralizzata perché credetemi, questa bestia prende tutto, pure la mente. Spero che la mia storia sia di aiuto a chi si trova nella mia stessa situazione"

29 novembre - 17:00

Una persona estratta dalla lamiere dell’auto con le pinze idrauliche. Il ferito trasportato in codice rosso all’ospedale. Sul posto sanitari vigili del fuoco e forze dell’ordine

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato