Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, ancora una sessantina i contagi nel bellunese. Morto un 83enne ricoverato nel capoluogo

Continua costante l'andamento dei contagi da Coronavirus in provincia di Belluno. Dopo i 62 di venerdì, nella giornata di sabato 17 ottobre i nuovi positivi registrati sono stati 60. Stabile anche il numero delle vittime, con il decesso di un altro paziente Covid di 83 anni ricoverato nell'ospedale del capoluogo

Pubblicato il - 18 ottobre 2020 - 08:26

BELLUNO. Sessanta nuovi positivi nelle ultime 24 ore. Continua costante l'andamento dei contagi nel bellunese, correndo attorno ad una media di 60 casi al giorno. Dopo i 62 registrati nella giornata di venerdì 16 ottobre e i 63 di giovedì 15, i dati comunicati dal dirigente generale dell'Ulss Dolomiti Adriano Rasi Caldogno registrano 15 nuovi contagiati tra operatori e ospiti delle case di riposo e 23 nel triangolo Comelico-Cadore-Ampezzano. Tutte le altre afferiscono invece a singoli contesti.

 

Sul fronte ospedaliero, le persone attualmente ricoverate negli ospedali dell'Ulss Dolomiti sono 28 in area non critica a Belluno, 15 a Feltre e 3 in terapia intensiva a Belluno. Nella mattinata di sabato 17 ottobre, un altro decesso è stato registrato: si tratta di un paziente Covid di 83 anni ricoverato in pneumologia nel capoluogo.

 

Anche sul fronte tragico dei decessi, dunque, continua la serie cominciata nei giorni scorsi. Nella giornata di venerdì, a Cortina, dove si ha una delle situazioni più critiche, sia l'attività della squadra di hockey che le celebrazioni eucaristiche feriali sono state temporaneamente sospese per la positivi dei giocatori e del decano della zona.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 gennaio - 05:01

L'ex rettore ha analizzato i dati contenuti negli indicatori dei report settimanali dell'Iss e ha scoperto che nella settimana conclusa lo scorso 10 gennaio, su 1471 "nuovi" contagi segnalati in Trentino, solo 624 si riferivano alla settimana considerata e ben 847 erano casi arretrati segnalati con grande ritardo. In questo modo verificando molto tardi gli antigenici con i molecolari, se risultano negativi spariscono dalle statistiche se risultano positivi non entrano nel conteggio della settimana corrente perché classificati "arretrati"

18 gennaio - 08:06

La strada in questione è quella che da Nago porta a Doss Casina sul monte Altissimo. Questa strada, per ordinanza del sindaco, è chiusa al traffico proprio per non esporre gli automobilisti ai pericoli dati dalla neve e dal ghiaccio

17 gennaio - 20:47

E' un momento difficile per gli apicoltori in val di Sole. Un orso non è ancora andato in letargo e quindi è in costante ricerca di cibo. Nel mirino le arnie di diversi apicoltori solandri. Sergio Zanella: "Dovrebbe trattarsi dell'esemplare che è stato immortalato cibarsi dai cassonetti dell'immondizia a Bolentina. Siamo preoccupati perché riesce a introdursi negli spazi nonostante i recinti e le protezioni" 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato