Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, Benetollo mette in guardia: “Qualsiasi settore può diventare a rischio”. E sulla scuola: “È una sfida, cerchiamo di dare la massima sicurezza possibile”

Il direttore generale di Apss tira le somme sull’evoluzione dell’epidemia e ciò che accadrà in futuro: “Non esiste una bacchetta magica con un test che risolve tutti i problemi. Sul lavoro e scuola serve un cambio di paradigma, chi mostra sintomi anche lievi deve restare a casa”

Di Tiziano Grottolo - 05 September 2020 - 05:01

TRENTO. Dopo il maxi-focolaio scoperto all’interno della Furlani Carni non si ferma la crescita dei contagi in Trentino. Nelle ultime 24 ore sono stati scoperti altri 10 positivi legati alla ditta per la lavorazione delle carni, altri 3 provengono da un secondo stabilimento trentino che opera nel settore. In totale fanno 23 test positivi, mentre sono 108 i casi complessivi alla Furlani.Una situazione che stiamo monitorando con grande attenzione”, osserva Pier Paolo Benetollo, l’attuale direttore generale facente funzioni di Apss dopo l’addio di Paolo Bordon.

 

“In questi giorni abbiamo pressoché completato gli approfondimenti su tutti i lavoratori della prima azienda coinvolta e siamo già riusciti a testare tutti i dipendenti di una seconda ditta”. Dopo la scoperta del primo focolaio infatti, Apss si è concentrata sul settore della lavorazione delle carni, si tratta di indagini epidemiologiche complesse che richiedono tempo e un grande sforzo da parte degli addetti ai lavori. Per far fronte al grande focolaio Apss ha cambiato anche la strategia d’approccio: “Considerando che la gran parte dei casi è avvenuta tramite contagio diretto sul posto di lavoro abbiamo deciso di operare direttamente a domicilio”, spiega Benetollo. Un modo per indagare anche le situazioni a livello abitativo: “Abbiamo suddiviso il nostro personale in diverse squadre che in collaborazione con la polizia locale si sono recate nelle singole case per effettuare i tamponi e seguire le fasi di isolamento”.

 

Come evidenziato dal direttore di Apss la tempestività si è rivelata fondamentale: “Nella seconda azienda siamo certi di aver circoscritto un focolaio sul nascere”. Un risultato importante, nelle prossime settimane l’azienda sanitaria continuerà l’opera di screening fra le varie aziende. “È un lavoro che vale la pena fare  osserva Benetollo – la buona notizia è che non ci sono casi gravi, meno di un terzo dei casi è sintomatico”. Per far fronte alla situazione Apss ha fatto sapere di essersi attivata per nuove assunzioni, varie le figure professionali richieste, dai tecnici della prevenzioni agli infermieri, passando per gli assistenti sanitari.

 

Sui settori che potrebbero essere a rischio alla luce del ritorno dei contagi Benetollo vuole essere chiaro: “Tutti i settori possono diventare a rischio, anche rapidamente”. A impensierire c’è ovviamente la riapertura delle scuole: “Questa è certamente una sfida importante rispetto alla quale è stato fatto, viene fatto e verrà fatto un enorme lavoro. Al momento non è possibile escludere che ci saranno problemi ma dall’altro è importante che ragazzi e bambini tornino in classe. La salute è fatta di tante cose e vivere l’esperienza scolastica con i propri compagni è fra queste”.

 

Una sfida dunque, da affrontare con attenzione: “Da parte nostra cerchiamo di dare la la massima sicurezza possibile. Ovviamente ci saranno i bambini con tosse, raffreddore e mal di gola e di conseguenza ci sarà un problema di diagnosi differenziale che verranno effettuate con gli strumenti che abbiamo a disposizione. Non esiste una bacchetta magica con un test che risolve tutti i problemi quello che possiamo fare è aiutare le persone anziane a proteggersi. Ma soprattutto le persone che hanno sintomi, anche lievi, devono restare a casa. Siamo abituati a pensare che un buon dipendente va a lavorare a tutti i costi pure se non sta tanto bene, ma in epoca Covid questo paradigma non è più valido”. Su questo punto Benetollo non transige: “Chi ha dei sintomi resti a casa”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
08 agosto - 09:34
“Serve garantire alle persone senza dimora e senza residenza, italiane e straniere, che vivono sul territorio provinciale l’esercizio [...]
Economia
07 agosto - 20:43
Assomela ha stimato costi aggiuntivi per i produttori di circa dieci centesimi al chilogrammo ma destano qualche preoccupazione anche le condizioni [...]
Cronaca
08 agosto - 08:07
Difficili operazioni di soccorso per riuscire a portare in salvo uno speleologo di 30 anni rimasto bloccato  all'interno della grotta [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato