Contenuto sponsorizzato

Coronavirus in Trentino, positivo anche un operatore di Rsa, era stato ad un matrimonio. Sono 19 i casi extra-focolaio

L'inchiesta epidemiologica si allarga nel settore della lavorazione della carne. Ma non ci sono solo i 98 positivi della Furlani carni a preoccupare. Oggi sono stati trovati 91 positivi a fronte di 2.317 tamponi e così il rapporto contagi/tamponi resta molto alto a quota 4%

Di Luca Andreazza - 03 September 2020 - 13:54

TRENTO. ''La percentuale di positività è altissima. Praticamente il 98% delle persone che lavorano al reparto sezionatore è positiva. Solo ieri su 35 tamponi erano stati rilevati 27 casi di positività. Oggi siamo arrivati ad aggiungerne altre 72 infezioni (Qui articolo). In queste strutture basta una persona sintomatica per contaminare tutti i soggetti presenti nella ditta''. Il direttore del Dipartimento prevenzione dell'Apss Ferro oggi è apparso abbastanza preoccupato alla conferenza stampa straordinaria convocata con anche il presidente Fugatti e l'assessora Segnana per l'emergenza legata a un maxi focolaio da Covid-19 scoppiato alla Furlani Carni a Trento. "Si è arrivati alla chiusura consensuale dell'attività in questo periodo".

 

Al momento sono circa 100 i lavoratori positivi perché ''probabilmente queste strutture con basse temperature e condizionamento dell'aria favoriscono il trasporto del coronavirus - spiega Ferro -. Ora sono tutti stati messi in isolamento. E ci sono altre due ditte collegate a questa realtà che verranno sottoposte a tamponi nei prossimi giorni. Le persone coinvolte sono impegnate in ditte esterne e quindi lavorano per altri stabilimenti. Senza dubbio le aziende legate alla logistica e ai macelli sono tra quelle più critiche''.

 

Ma non ci sono solo i 98 positivi della Furlani carni a preoccupare. Oggi, infatti, i positivi totali trovati con 2.317 tamponi eseguiti sono stati 91 e così il rapporto contagi/tamponi resta molto alto a quota 4% (al 3,93%). Un dato che non si vedeva dal 28 aprile se si eccettuano proprio gli ultimi tre giorni quando è stato superato e sfiorato per ben due volte come si può vedere qui sotto:

giovedì 3 settembre: 91 positivi e 2317 tamponi - 3,93%

mercoledì 2 settembre: 33 positivi e 803 tamponi - 4,10%

martedì 1 settembre: 3 positivi e 695 tamponi - 0,43%

lunedì 31 agosto: 4 positivi e 122 tamponi - 3,57%

domenica 30 agosto: 8 positivi e 1.053 tamponi - 0,75%

sabato 29 agosto: 14 positivi e 1.365 tamponi - 1%

venerdì 28 agosto: 16 positivi e 1.390 tamponi - 1,15%

giovedì 27 agosto: 15 positivi e 1.351 tamponi - 1,11%

mercoledì 26 agosto: 7 positivi e 1.898 tamponi - 0,36%

martedì 25 agosto: 3 positivi e 530 tamponi - 0,56%

lunedì 24 agosto: 1 positivo e 374 tamponi - 0,27%

 

Dei 19 casi trovati extra focolaio, positivo un operatore di Rsa "che nei giorni passati ha partecipato a un matrimonio dove è rimasto contagiato. Alcune sono persone rientrate dalla vacanze -  continua Ferro - ci sono poi anche minorenni infettati e diversi casi rientrano nell'ambito familiare del professionista impegnato nelle case di riposo". Questo alza ulteriormente il livello di guardia con indagini epidemiologiche a tappeto estese in varie direzioni, anche per poter arrivare alla riapertura delle scuole con una situazione sotto controllo. "In quel momento si avrà un altro stress per quanto riguarda la prevenzione. La raccomandazione - prosegue Ferro - è quella di rispettare le regole e che i giovani proteggano gli anziani".

 

Viene riaperto il Centro alle Viote per le quarantene e per isolare i positivi, in molti casi asintomatici ma per questo ancor più difficili da tracciare, ma si valuta se la struttura sia sufficiente o se sia necessario prendere ulteriori contromisure. L'attenzione è alta sulla Furlani carni anche in quanto lo stabilimento si trova a Trento. "E' una criticità e per questo abbiamo previsto una strategia aggiuntiva - evidenzia Ferro - abbiamo creato della task force con le forze dell'ordine e l'assistente sanitario visitatrice che vadano casa per casa per isolare le persone e effettuare i tamponi sul nucleo familiare".

 

Nel pomeriggio sono previsti altri 40 tamponi nell'ambito delle indagini epidemiologiche legate alla Furlani cani. "I focolai nel mondo delle carni e delle aziende agricole non sono una novità. L'attività di screening resta alta, portiamo avanti un forte controllo. La gran parte della manodopera è straniera e non è sempre facile il reperimento di questo persone: abbiamo allertato i Nas per la tutela della salute pubblica, intervengono se non dovessero rispondere all'Apss", conclude Fugatti.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
20 aprile - 22:18
Incidenti in sequenza avvenuti praticamente negli stessi punti tra Nogaredo, Ala, Avio e Affi in direzione Modena. Quattro impatti molto violenti [...]
Cronaca
21 aprile - 08:43
I primi accertamenti fanno pensare che Giuseppe Landolina, accortosi del movimento dello scuolabus, abbia inseguito il veicolo e provato a risalire [...]
Cronaca
21 aprile - 06:01
Maestri di sci, titolari di ristoranti e bar hanno deciso di partire dalle valli di Fiemme e Fassa per protestare davanti ai palazzi della [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato