Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, fermati a Mezzolombardo sostenevano di essersi persi sulla strada di rientro per la Georgia. Denunciati 2 commercianti

Sono decine le denunce comminate dai diversi corpi delle forze dell'ordine attivi in questo periodo sul territorio provinciale per far rispettare i provvedimenti delle autorità relativi alle limitazioni degli spostamenti. E le motivazioni addotte dalle persone colte sul fatto, spesso, sono davvero fantasiose

Pubblicato il - 26 marzo 2020 - 12:58

TRENTO. Nell'ambito dei controlli per il rispetto delle restrizioni sulla circolazione messe in atto per l'emergenza sanitaria, continua l'attività del comando dei carabinieri di Trento sull'intero territorio provinciale. Decine sono state le denunce nelle ultime ore a seguito di centinaia di controlli e verifiche.

 

Due commercianti georgiani, ad esempio, sono stati fermati a Mezzolombardo, giustificando il proprio passaggio dalla località trentina con un errore di percorso sulla strada di rientro dalla Germania al proprio Paese d'origine. Due residenti di Trento sud, invece, sono stati fermati in via Brennero dopo essersi dati appuntamento con altri amici.

 

Le trasgressioni, segnalano i carabinieri, hanno subito un calo ma continuano comunque ad essere troppe.

 

Impegnati anch'essi nel far rispettare i provvedimenti delle autorità, gli agenti della polizia locale hanno denunciato nella giornata di mercoledì 25 marzo 10 persone, su un totale di 177 persone controllate. Hanno effettuato inoltre 48 controlli a esercizi commerciali senza riscontrare alcun comportamento scorretto.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 05:01

L'esperienza di Andrea, un 32enne che 11 giorni fa ha presentato i primi sintomi da coronavirus con febbre e stanchezza diffusa. "Mi sono sentito abbandonato dall'Apss, che non mi ha fornito alcuna indicazione su come comportarmi. Quando ho detto loro che ho l'App Immuni per avere quadro più preciso delle persone con cui avevo avuto contatti, la risposta è stata di totale indifferenza"

21 ottobre - 09:32

Altro ritrovamento legato alla Grande Guerra sulle montagne trentine. Ai piedi dell'Ortigara, sul Monte Civerone, è stata rinvenuta una salma appartenente con ogni probabilità ad un soldato austro-ungarico. L'appartenenza all'esercito dell'imperatore è stata dedotta da un bottone della divisa, mentre tra le spoglie si recuperava anche il proiettile che lo ha presumibilmente ucciso 

20 ottobre - 16:57

Gli obiettivi sono contenuti nello schema di accordo con il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti che ha ricevuto oggi (20 ottobre) il via libera proprio da parte della Giunta provinciale. Ecco quali sono gli interventi che saranno finanziati dai fondi statali. A questi si deve aggiungere, a livello ferroviario, la variante della Val di Riga (150 milioni di euro) a carico di Rfi

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato