Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, gigabyte gratis per gli studenti che seguono la didattica a distanza: “Un passo avanti che guarda alle famiglie”

Tim, Vodafone e Windtre hanno risposto all’appello del Governo che chiedeva di agevolare l’accesso alla rete per gli studenti costretti a seguire le lezioni da remoto che adesso potranno contare su gigabyte gratis per navigare, messi a disposizione dalle tre principali compagnie telefoniche

Pubblicato il - 18 novembre 2020 - 09:02

TRENTO. Importante novità sul fronte della didattica a distanza che vede impegnati moltissimi studenti in tutta Italia che dai prossimi giorni potranno contare su una serie di agevolazioni per navigare in rete.

 

Tim, Vodafone e Windtre hanno risposto all’appello del Governo che chiedeva di agevolare l’accesso alla rete per gli studenti costretti a seguire le lezioni da remoto, le tre principali compagnie telefoniche infatti hanno fatto sapere che metteranno a gigabyte gratis in modo da alleggerire le famiglie alle prese con la Dad.

 

“Quando si affronta un’emergenza come quella che stiamo vivendo – ha osservato la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina – serve davvero il sostegno di tutti. Lo Stato ha già investito oltre 400 milioni per il digitale a scuola. Iniziative come questa rafforzano l’impegno per supportare studentesse e studenti. Ringrazio chi ha aderito al progetto”.

 

D’altra parte era stata la stessa ministra per Pari opportunità e la Famiglia Elena Bonetti ha sottolineare come la didattica a distanza abbia avuto un impatto, anche economico, sulle famiglie già provate dal lockdown. “La sinergia raggiunta con le società di telecomunicazioni – ha aggiunto Bonetti – è un passo che guarda in special modo alle situazioni familiari di maggiore disagio, che sono quelle più gravemente esposte al rischio di esclusione sociale e di povertà educativa. La priorità resta quella di garantire pari opportunità di accesso ad un diritto primario, l’istruzione, a tutte le studentesse e gli studenti del nostro Paese ed evitare con ogni sforzo gap educativi difficilmente colmabili per i nostri ragazzi”.

 

L’iniziativa dovrebbe partire dalla prossima settimana, in sostanza Tim, Vodafone e WindTre escluderanno le piattaforme di didattica a distanza dal consumo di gigabyte previsto negli abbonamenti, quindi gli studenti non consumeranno dati per seguire le lezioni da casa. La prima a rendere disponibile il servizio potrebbe essere WindTre che ha comunicato che renderà disponibile il servizio già dal 23 novembre.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 febbraio - 19:39
Dopo 25 anni dal tragico accadimento l’amministrazione sceglie di interrompere gli eventi pubblici per ricondurre le celebrazioni alla sfera [...]
Montagna
05 febbraio - 19:42
A causa del distacco di valanghe, si contano molte morti ma anche un numero elevato di persone travolte. Arianna Sittoni, 30enne di [...]
Cronaca
05 febbraio - 19:22
La testimonianza di un residente del comune nella bassa Val di Non: "Era già successo due settimane prima che avessero provato a entrare in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato