Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, i ristori alle aziende: "Rischiano di essere una giungla". L'allarme di Confesercenti dell'Alto Adige che apre un ufficio ad hoc

“I requisiti, i criteri e i calcoli degli aiuti non sono sempre così di immediata lettura quindi è importante chiarire tutti gli schemi sia per rendere più efficace il supporto al tessuto imprenditoriale sia per essere molto lucidi nel riportare alla politica situazioni e necessità del territorio" spiega in una nota la Confesercenti

Pubblicato il - 26 dicembre 2020 - 17:35

BOLZANO. I ristori rischiano di essere una giungla. A dare l'allarme è la Confesercenti dell'Alto Adige secondo cui la sovrapposizione di misure di sostegno statali e provinciali potrebbero ampliare le possibilità di contenere le perdite ma anche determinare situazioni burocratiche ed amministrative di difficile lettura immediata. Il rischio, insomma, è quello di farsi scivolare via delle opportunità per confusione.

 

Con questa necessità bene in mente Confesercenti Alto Adige ha attivato un servizio di consulenza specifico. Uno sportello vero e proprio dedicato ai ristori. “Il meccanismo è molto semplice: si prende appuntamento telefonando nella nostra sede e ci si siede ad un tavolo con i nostri esperti negli uffici dedicati in via Roma. A quel punto analizziamo ogni specifica situazione individuale verificando a cosa si può accedere, quando e come vanno presentate le domande. Oltre a cercare di comprendere le tempistiche di erogazione. Sembrano banalità ma prendersi il tempo di fare questa verifica a 360 gradi può fare nettamente la differenza per un’attività” spiega il direttore del centro servizi Rezia Tiziano Mazzurana.

 

I requisiti, i criteri e i calcoli degli aiuti non sono sempre così di immediata lettura – aggiunge il direttore di Confesercenti Mirco Benetello - quindi è importante chiarire tutti gli schemi sia per rendere più efficace il supporto al tessuto imprenditoriale sia per essere molto lucidi nel riportare alla politica situazioni e necessità del territorio”.

 

A gennaio, infatti, viene spiegato in una nota, sarà necessario incontrare la Provincia di Bolzano per decidere nel dettaglio “come e dove intervenire con i ristori locali cercando di armonizzarsi al massimo con quanto già in essere a livello nazionale”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 2 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
03 agosto - 06:01
La Giunta leghista ha approvato il nuovo modello organizzativo dell’Apss, ma sulla riforma però incombe lo spauracchio dei pensionamenti. Per [...]
Cronaca
02 agosto - 16:45
Sono stati analizzati 421 tamponi tra molecolari e antigenici, trovati 12 positivi. Ci sono 10 persone in ospedale, 1 paziente in terapia [...]
Cronaca
02 agosto - 20:28
Due persone sono state trasportate all'ospedale per accertamenti e approfondimenti. L'incidente è avvenuto sulla strada che collega Andalo e Fai [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato