Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, i supermercati Sait cambiano gli orari per sanificare i locali: “Ecco le regole per una spesa sicura e limitare i contagi”

Dal 16 marzo negli 11 supermercati della rete Sait a Trento e Rovereto saranno modificati temporaneamente gli orari di apertura: Nessun problema per l'arrivo delle merci, lo facciamo per la salute di tutti”. Nel frattempo ecco le 20 regole per una spesa sicura e limitare il contagio

Pubblicato il - 14 marzo 2020 - 13:02

TRENTO.Nessun problema per la fornitura delle merci, un’operazione per garantire la sanificazione degli ambienti e salvaguardare la salute di clienti e lavoratori”, così i vertici del Sait, il consorzio delle cooperative di consumo trentine. Dunque non solo misure di protezione individuale per gli addetti e regole stringenti nella gestione degli spazi per rispettare le norme dell’autorità sanitaria.

 

Da lunedì negli 11 supermercati della rete Sait a Trento e Rovereto, in cui lavorano 142 dipendenti, saranno modificati temporaneamente anche gli orari di apertura, per garantire un ancora più efficace servizio di sanificazione a maggior tutela della clientela e anche a ristoro dei lavoratori, impegnati in questi giorni ad assicurare il servizio di approvvigionamento e distribuzione in condizioni difficili con ritmi di lavoro molto sostenuti.

 

“Grazie a loro – dichiara il direttore generale di Sait Luca Picciarellisiamo in grado di fornire la stessa qualità del servizio e a reggere l’impatto del forte aumento di domanda di beni alimentari. Sicuramente il nostro personale merita un plauso particolare, ed è nostra responsabilità mettere in atto tutte le misure possibili per la tutela della loro salute”. Oltre ai presidi individuali, saranno attivate le procedure relative alla sanificazione degli ambienti, per contribuire a limitare concretamente la diffusione del virus.

 

“Possiamo confermare che non c’è alcun problema di fornitura delle merci, quindi rassicuriamo la clientela che anche nei prossimi giorni la situazione sotto questo punto di vista non cambierà – prosegue Picciarelli, che poi aggiunge – invitiamo con responsabilità a non perseguire comportamenti d’acquisto orientati allo stoccaggio e all’accaparramento”. Pertanto, rassicura Sait, gli scaffali e i banchi del fresco dei negozi Coop e delle Famiglie Cooperative socie continueranno ad essere adeguatamente riforniti per supplire a tutte le esigenze di soci e clienti.

 

I nuovi orari dei negozi Sait, molti dei quali fino ad oggi aperti continuativamente dalle 8,30 alle 21, a partire da lunedì saranno i seguenti: dal lunedì al sabato i negozi saranno aperti dalle 8.30 alle 13 e dalle 15 alle 19.30. La domenica, apertura al mattino dalle 8.30 alle 12.30. Nel frattempo Sait ha pubblicato anche le 20 regole per fare una spesa sicura e limitare il contagio, eccole:

 

Prima di partire da casa

• Fai la lista di ciò che ti è necessario verificando lo spazio a disposizione per conservare e riporre i prodotti in casa (in frigo, nella dispensa, in garage, …)

• Concentra il più possibile gli acquisti nelle stesse occasioni quindi organizzati per fare la spesa con meno frequenza possibile

• Se possibile recati nei punti vendita che conosci meglio e di cui conosci già la disposizione dei prodotti

• Se possibile vai a far la spesa da solo e, sicuramente, non portare con te i bambini o le persone anziane

• Evita di recarti nei punti vendita nei momenti di massimo afflusso, come i festivi o la tarda mattinata e il tardo pomeriggio, e preferisci giorni e orari meno frequentati

• Se in casa hai del disinfettante per mani portalo con te

• Se al momento dell’arrivo al supermercato noti che ci sono molte persone e ti è possibile rimandare la spesa ad un orario meno frequentato, posticipa il tuo ingresso nel punto vendita

 

Nel punto di vendita

• Leggi con attenzione le indicazioni del tuo punto vendita e attieniti in maniera scrupolosa a quanto suggerito

• Disinfettati le mani prima di entrare

• Segui la lista che hai preparato e attendi a distanza di un metro che gli altri clienti abbiamo raccolto i prodotti dallo scaffale prima di fare altrettanto

• Anche ai banchi serviti, alle casse e alle bilance fai particolare attenzione ad attendere il tuo turno a distanza di sicurezza

• Quando sei alla cassa o al banco servito mantieni una distanza con l’operatore pari al braccio teso di entrambi

• Anche all’interno del punto vendita ricordati di non sostare a chiacchierare con altre persone

• In cassa posiziona la spesa sul nastro e passa velocemente oltre la cassa senza sostare davanti alla cassiera

• Per i pagamenti preferisci bancomat e carta di credito

• Dopo aver pagato non riporre nelle sportine la spesa ma mettila direttamente nel carrello. Avrai modo di insacchettarla con maggiore tranquillità nel parcheggio, all’aria aperta, prima di metterla in auto

 

Dopo aver fatto la spesa

• Insacchetta con tranquillità la spesa fuori dal punto vendita all’aria aperta

• Appena ti è possibile riponi la spesa nelle zone di stoccaggio che hai in casa (frigo, dispensa, garage) e lavati o disinfetta di nuovo le mani

• Nel caso avessi fatto la spesa per qualche parente o conoscente, cerca di limitare al minimo le possibilità di contatto al momento della consegna

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 ottobre - 04:01

Una seconda ondata del coronavirus che sembra aver preso la direzione di un andamento più ''standardizzato'' per la diffusione di un'epidemia che solitamente si propaga e dovrebbe avere tassi maggiori nelle zone più popolate. E infatti Trento, questa volta sta facendo registrare dei dati molto alti di contagio. In ottobre triplicati i casi di settembre: quasi 10 mila positività da inizio epidemia

30 ottobre - 08:58

Il presidente del Consiglio Conte sarebbe pronto a varare nuove misure già la prossima settimana per evitare il lockdown. La situazione, secondo gli esperti, è in rapido peggioramento e si attendono i dati del monitoraggio settimanale che verranno illustrati quest'oggi dall'Iss

30 ottobre - 08:01

E' successo nel bresciano, l'uomo aveva collezionato già 20 arresti ed era ricercato dalle forze dell'ordine 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato