Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, il Veneto alla ricerca della "mutazione inglese". Zaia: "Chi è stato in Gran Bretagna e ha fatto il tampone ce lo dica"

Secondo la nuova ordinanza firmata dal presidente della Regione Veneto Luca Zaia, chi è stato o transitato in Gran Bretagna dovrà sottoporsi al tampone. Se c'è stato nei mesi scorsi e ha poi effettuato un test, dovrà comunicarlo all'Azienda sanitaria. "Cerchiamo di sequenziare la modifica"

Di Davide Leveghi - 21 dicembre 2020 - 16:20

VENEZIA. Mentre l'Europa guarda preoccupata alla nuova mutazione inglese del virus, che ha portato alla sospensione dei voli da e per la Gran Bretagna, anche in Veneto si cerca di correre ai ripari. Nella giornata di lunedì 21 dicembre il presidente Luca Zaia ha firmato una nuova ordinanza con cui si vuole arginare e sequenziare il prima possibile il virus modificato, tamponando le persone sbarcate dalle isole britanniche o lì transitate recentemente.

 

Nel caso di positività dei viaggiatori, infatti, lo scopo è di riuscire a isolarli e di analizzare la mutazione, nel tentativo di comprendere se anche in precedenza vi sia stata traccia della sua presenza in regione. A riguardo, lo stesso Zaia non si sente affatto di escludere questa ipotesi. “Basta guardare i dati inglesi e i nostri, qualche dubbio ci viene”.

 

Secondo il nuovo documento, i “soggetti che sono entrati o entrano nel territorio veneto provenendo direttamente o indirettamente dal Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord” devono, come da disposizione del Ministero della Salute, sottoporsi obbligatoriamente, “anche se asintomatiche, a test molecolare o antigenico, da effettuarsi mediante tampone nell'aeroporto di arrivo o recandosi immediatamente ai punti tampone allestiti dalle aziende sanitarie locali e individuati nel sito della Regione Veneto, rimanendo in isolamento fiduciario fino a esito negativo del test e anche successivamente, in caso di insorgenza di sintomi sospetti fino a nuovo test con esito negativo”.

 

L'ordinanza dispone inoltre che “in caso di esito positivo del test, la struttura che accerta la positività richiede la sequenziazione del virus al competente laboratorio”. I dipartimenti di prevenzione delle Ulss dovranno “verificare se siano stati rilevati casi di positività nei confronti di soggetti che hanno soggiornato nel mese precedente alla presente ordinanza in Regno Unito ai fini della sequenziazione del virus presso il competente laboratorio”.

 

Chi è stato in Gran Bretagna e ha fatto anche nei mesi scorsi un tampone ce lo dica – ha fatto appello Zaia – recupereremo l'esito e verificheremo che non ci siano problemi”.

 

Intanto, il bollettino sulla situazione Coronavirus continua a segnare numeri importanti. Sono 2583, infatti, i tamponi risultati positivi, con un indice contagi/tamponi al di sopra dell'11%. Le persone risultate positive da inizio pandemia salgono così a 219.506, di cui 101.474 sono ancora infetti. La situazione degli ospedali continua a essere problematica: sono 3276 i pazienti ricoverati, di cui 2201 in area non critica e 375 in terapia intensiva. Con i 47 nuovi decessi registrati nelle ultime 24 ore, il numero complessivo delle vittime positive al Covid-19 si attesta a 5481.

 

Si ricorda che in attesa dell'entrata in vigore del decreto legge nazionale, prevista per giovedì 24 dicembre, l'ordinanza regionale della settimana passata rimane attiva. Solamente dalle 24 di mercoledì 23, giorno dell'anti-vigilia, le disposizioni contenute nel documento decadranno.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 4 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 agosto - 12:34
Le precipitazioni delle ultime ore hanno innalzato notevolmente la portata dell'Adige, la cui piena è stata prevista dai vigili del fuoco tra [...]
Cronaca
05 agosto - 11:54
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Telve, le forze dell'ordine e gli ispettori dell'Oupsal. Il giovane è stato trasferito [...]
Cronaca
05 agosto - 09:00
La forte pioggia delle ultime ore sta creando molti problemi. La strada del Brennero è stata bloccata a causa di una frana e i vigili del fuoco [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato