Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, oggi vertice d'emergenza europeo sul "virus mutato''. In Italia il primo caso, fino al 70% più rapido il contagio

In Italia sale la preoccupazione sulla nuova variante del coronavirus. Sul territorio nazionale, intanto, sarà anche la settima delle limitazioni. Da oggi fino al 23 siamo in zona gialla, gli spostamenti sono consentiti solo all'interno della propria provincia. Dal 24 dicembre si passa a "zona rossa"

Di GF - 21 December 2020 - 08:42

TRENTO. Da oggi fino a mercoledì saremo in “zona gialla” con spostamenti consentiti ovunque solo all'interno del territorio provinciale. Negozi aperti fino alle 19.30 e bar e ristoranti fino alle 18 per poi poter proseguire fino alle 22 consegne a domicilio. Il coprifuoco in Trentino rimane alle 20. Da giovedì si passerà in “zona rossa” con nuove limitazioni.

 

A preoccupare ora tutti, però, è la nuova mutazione del Coronavirus, rilevata in Regno Unito e arrivata anche in Italia. Ieri sera, infatti, è stato reso noto che un uomo, dopo essere rientrato dalla Gran Bretagna, ha accusato i primi sintomi e in lui è stata riscontrata la variante inglese. Si trova in isolamento con il convivente. Ovviamente non sono state indicate altre generalità nel comunicato stampa del Ministero della Salute. E' il primo italiano colpito da questa mutazione, si trova all'ospedale militare Celio di Roma dove è stato sequenziato il genoma della nuova versione (QUI L'ARTICOLO).

 

Ma cosa sappiamo fino ad ora di questa nuova variante?

L'annuncio della nuova mutazione ha suscitato la preoccupazione che il virus potesse evolvere per diventare resistente ai vaccini appena lanciati. Le preoccupazioni si concentrano su un paio di alterazioni del codice genetico virale che potrebbero renderlo meno vulnerabile a certi anticorpi.

 

Quello che fino ad ora è stato riscontrato su questa nuova variante è che risulta significativamente più trasmissibile rispetto ai ceppi precedenti. Secondo gli ultimi studi fatti in Regno Unito ha un indice di trasmissibilità che va dal 50 al 70% in più rispetto la versione non mutata. Questa, al momento, è la principale caratteristica che può creare problemi visto che un maggiore contagio può mettere ulteriormente sotto pressione gli ospedali.

 

Occorre spiegare, però, che gli scienziati sono preoccupati ma non ne sono sorpresi. I ricercatori hanno già registrato altre modifiche del virus in tutto il mondo. Quella britannica modifica il modo in cui il virus si aggancia alle cellule umane. Una mutazione, questa, che può dargli un vantaggio.

 

In una nota diramata ieri sera, un gruppo di esperti europei hanno spiegato che al momento l'efficacia vaccinale non viene intaccata perché questa mutazione non va ad influenzare la proteina Spike che è quella su cui agiscono i vaccini.

Alcuni esperti, viene riportato dal New York Times, hanno spiegato anche che ci vorrebbero anni - non mesi - perché il virus si possa evolvere abbastanza da rendere impotenti i vaccini attuali. “Richiede l'accumulo di mutazioni virali multiple" hanno spiegato.
 

Oggi, intanto, ci sarà un vertice d'emergenza dell'Unione europea. La presidenza tedesca ha invitato alle 11 “i rappresentanti dei Paesi membri a una riunione d'emergenza del meccanismo di risposta alla crisi (Ipcr). In agenda: coordinamento della risposta alla nuova variante del coronavirus nel Regno Unito” ha spiegato il  portavoce tedesco, Sebastian Fischer.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
25 settembre - 13:16
Lo striscione intimidatorio è stato rivendicato dal Veneto Fronte Veneto Fronte Skinheads. La replica della Cgil: “Difendiamo la salute e il [...]
Cronaca
25 settembre - 12:59
L'incidente è avvenuto all'altezza della stazione di Marter (Roncegno Terme). Il corpo dell'animale preso in custodia dal corpo forestale. Notte [...]
Politica
25 settembre - 12:27
I cinque consiglieri del gruppo Verde regionale (fra cui Coppola e Zanella) hanno fatto sapere che restituiranno l’intera somma legata al [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato