Contenuto sponsorizzato

Coronavirus in Trentino, 3 decessi in 72 ore a Baselga di Pinè. E' la quarta vittima negli ultimi 15 giorni in provincia

E' stato, purtroppo, registrato un altro decesso all'interno della Rsa di Montagnaga, struttura monitorata per il focolaio attivo al suo interno. Non sono stati comunicati contagi a Cembra-Lisignago, ma in linea generale sono stati analizzati pochi tamponi nelle ultime 24 ore

Di Luca Andreazza - 12 October 2020 - 19:34

TRENTO. Ci sono 7.107 casi e 474 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus, sono 5.940 i guariti da inizio emergenza e 693 gli attuali positivi. Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 129 tamponi, 2 i test risultati positivi per un rapporto contagi/tamponi che si attesta al 1,5%. Ci sono poi altre 4 persone risultate positive al test rapido (l'esito deve essere poi confermato con tampone molecolare). Il bollettino odierno riporta quindi un totale di 6 contagi (Qui articolo).

 

E' stato, purtroppo, registrato un altro decesso all'interno della Rsa di Montagnaga, struttura monitorata per il focolaio attivo al suo interno. Il totale è di 47 positivi, 29 tra gli ospiti e 18 tra gli operatori. E' il terzo morto nella casa di riposo in tre giorni: due sono avvenuti sabato scorso (Qui articolo) e un altro è stato comunicato nella giornata odierna e attribuito sul Comune di Baselga di Pinè, la quinta vittima da inizio epidemia per Covid-19.

 

E' la quarta vittima negli ultimi 15 giorni: il primo decesso in questa fase dell'epidemia è stato comunicato il 28 settembre. Sono 2 i test molecolari risultati positivi a Covid-19, 1 contagiato è stato registrato a Capriana che si porta a 12 casi da inizio epidemia, mentre l'altra infezione non è stata inserita nel pannello di monitoraggio dell'Apss e della Provincia e quindi resta da assegnare. 

 

Non si sono verificati contagi a Cembra Lisignago: il totale resta a 70 persone contagiate da inizio settembre, delle quali 13 hanno più di 70 anni. Tutto è partito da una festa di laurea e per cercare di fronteggiare una diffusione importante del coronavirus sono scattati per 14 giorni obblighi, divieti e raccomandazioni (Qui articolo). Sono attualmente 45 le classi sottoposte a misura di quarantena, 6 in più rispetto a quanto comunicato ieri. 

 

Sono 19 i pazienti ricoverati in ospedale tra Trento e Rovereto, nessuno si trova nel reparto di terapia intensiva, ma 4 cittadini ricorrono all'alta intensità. Da settembre è tornata a salire l’età media dei contagiati. Ferro: “Se questo trend continua aumenteranno anche le terapie intensive” (Qui articolo).

 

E' in arrivo un altro Dpcm da parte del governo e il presidente Maurizio Fugatti ha anticipato quelli che potrebbero essere alcuni provvedimenti: ''Valuteremo soprattutto le norme su bar e ristoranti e sugli sport. Chiederemo che restino esclusi quelli all'aperto come lo sci. La richiesta è quella di salvaguardare la continuità scolastico e economica'' (Qui articolo).

 

Una situazione epidemiologica difficile a livello nazionale. Negli ultimi tre report l'Istituto superiore della sanità e il ministero hanno messo in evidenza una recrudescenza dell'epidemia in Trentino, con un'incidenza particolarmente alta (Qui articolo)

 

Tassi di contagio. A Pellizzano è stato contagiato l'8% della popolazione, mentre a Pieve di Bono-Prezzo il 6,9%, segue Borgo Chiese a 6,6%. Poi Campitello di Fassa (6,2%), Bleggio Superiore (5,2%), Canazei (5%), Vermiglio (4,3%), Cembra Lisignago (3,5%) e Mazzin (3,4%), Ledro (3,3%), Predazzo (3,1%), Canal San Bovo (3%), Valdaone, Nomi Storo (2,8%), Carzano (2,7%), SpiazzoCavedago e San Giovanni (2,6%). 

 

E ancora Sella Giudicarie Castello-Molina di Fiemme (2,5%), Pinzolo Drena (2,4%), CaderzoneSoragaCastel Condino Giustino (2,3%), ArcoCavedine e Cavalese (2,2%), DroMezzocoronaTione e Bondone (2%). Il tasso a livello provinciale è intorno all'1,3%. A Trento si registra 0,90%, Rovereto a 0,86%, Riva del Garda a 1,1% e Pergine a 1,5%.

 

Oggi, come anticipato, è stato comunicato un decesso, il Trentino sale così a 474 vittime da inizio emergenza. A Trento sono state 48 le vittime da inizio emergenza, 34 a Pergine Arco, 31 a Rovereto, 30 a Ledro. Sono 20 i morti a Predazzo, 17 a Riva del Garda, 16 a Dro Mezzolombardo e 13 a Cavedine Pieve di Bono-Prezzo, 12 a Pellizzano, 11 a Lavis, 10 a Borgo Chiese Nomi.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 January - 05:01

Ad alcuni sanitari, invece della prima dose del vaccino, è stata somministrata per errore una semplice soluzione fisiologica. Ora, anziché presentarsi per il richiamo dovranno essere sottoposti a un test sierologico per capire chi ha ricevuto il vaccino e chi no

22 January - 08:56

I rilievi scientifici dei Ris potrebbero portare già nelle prossime ore a delle risposte. Gli inquirenti si stanno concentrando sugli spostamenti del figlio Benno nella sera del 4 gennaio

22 January - 09:22

Grave incidente nella prima mattinata di venerdì 22 gennaio. Ad Auna di Sotto, frazione di Renon, un autobus e un camion si sono scontrati frontalmente. Nel violento impatto sono state ferite due persone. Immediato l'intervento di vigili del fuoco, forze dell'ordine e soccorsi

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato