Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, stop al servizio all'aperto per bar e ristoranti alle 21, agli sport amatoriali e alle feste con più di 30 persone? Fugatti: ''Si salvaguardino scuole ed economia''

Il presidente della provincia di Trento ha anticipato alcuni provvedimenti che dovrebbero essere contenuti nel dpcm del Governo che dovrebbe arrivare questa sera: ''Valuteremo soprattutto le norme su bar e ristoranti e sugli sport. Chiederemo che restino esclusi quelli all'aperto come lo sci''

Di Luca Pianesi - 12 ottobre 2020 - 18:15

TRENTO. La richiesta che arriva da tutte le regioni al governo è quella di salvaguardare scuole ed economia. E così anche il presidente del Trentino Fugatti si è accodato e al Governo ha chiesto questo: ''La situazione a livello nazionale sta peggiorando, ma noi chiediamo che venga garantita la continuità scolastica e la continuità economica. Va bene le restrizioni ma che si tenga conto della gravità del contagio dei territori e anche dove è elevato si mantenga la continuità scolastica e quella economica un po' come abbiamo fatto noi con il comune di Cembra dove abbiamo fatto un intervento ponderato in questo senso''.

 

Il riferimento è all'ordinanza di qualche giorno fa del presidente Fugatti tesa proprio a frenare i contagi in una realtà, quella di Cembra Lisignago che ha avuto un boom di contagi legati principalmente a una festa di laurea e a un coro. E così ecco introdotti numeri ridotti per gli incontri, le feste, lo sport e poi divieti, obblighi e raccomandazioni specifici per quel territorio (QUI ARTICOLO). E in un quadro generale che oggi vede crescere solo di 2 unità i nuovi contagi anche perché i tamponi sono stati poco meno di 130 (quindi con un livello di contagi/tamponi comunque dell'1,5%) ma, purtroppo, racconta anche di un nuovo decesso (il quarto in soli 15 giorni).

 

Il presidente Fugatti ha anche anticipato alcune delle misure che dovrebbero essere contenute nel prossimo Dpcm del Governo nazionale. ''Dalle notizie che abbiamo ci saranno gli obblighi di indossare le mascherine che già sappiamo - ha detto in conferenza stampa -. Tra le cose che sembrerebbero entrare come nuove, c'è il tema dei bar e dei ristoranti che dovranno chiudere alle 24 con servizio al tavolo e alle 21 con consumo all'aperto. Le gite scolastiche verranno sospese. Vietati festeggiamenti con oltre 30 persone e le feste e le sagre. Per lo sport vi sarebbe blocco di quelli amatoriali mentre sul dilettantistico tutto continuerebbe. Intervento su palazzetti (massimo 200 persone all'interno) e stadi (massimo 1.000 persone all'interno). Il Governo si dovrebbe riunire in serata e probabilmente prima della riunione il ministro ci convocherà''.

 

''Il Dpcm dovrebbe entrare in vigore dalla mezzanotte di oggi - aggiunge Fugatti -. Noi valuteremo realmente quello che ci sarà soprattutto per quanto riguarda ristoranti e bar e poi per lo sport amatoriale, in particolare per lo sci. Noi chiederemo che non valga per gli sport all'aperto ma vedremo cosa ci sarà nel documento''.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 ottobre - 11:45

I due consiglieri provinciali hanno sfoderato uno l'immagine del Grinch l'altro quella trita e ritrita del ''sindacalista di sinistra'' ma il capolavoro è dell'assessore al turismo che parla di ''danno enorme per l'economia della città di Trento e per l'immagine dell'intero Trentino''. Proprio lui autore della legge sulle chiusure domenicali nel momento dove serviva spingere al massimo l'economia e che ha direttamente bollato Trento e molte altre località come ''non turistiche''

20 ottobre - 11:25

Le due deputate pentastellate Doriana Sarli e Carmen Di Lauro sono riuscite "dopo quasi dieci ore di attesa" a entrare nel centro del Casteller. Giunte per "constatare la situazione dei 3 orsi", si erano viste negare l'accesso dalla Provincia e dai gestori, rivolgendosi allora ai carabinieri di Trento. "Abbiamo verbalizzato una denuncia. Gli orsi stanno bene ma gli spazi sono inadeguati. Devono essere liberati"

20 ottobre - 11:57

Il bollettino Coronavirus dell'Azienda sanitaria altoatesina conta oggi ben 209 casi in più. Un numero altissimo, mai registrato in 24 ore. Il tasso contagi/tamponi schizza così all'11,5%, con un bilancio provvisorio che cresce e supera i 5000 contagiati da inizio epidemia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato