Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, l'appello degli Infermieri trentini alla politica: ''Serve personale, ne abbiamo bisogno per assistere i cittadini''

L'appello ai cittadini da parte dell'Ordine degli Infermieri: “Chiediamo con tutta la forza che ci rimane di 'aiutarci ad aiutarli' dimostrando fiducia nel sistema, grande senso civico e responsabilità" 

Pubblicato il - 25 December 2020 - 14:42

TRENTO. “Chiediamo di tutelarci e di garantirci le condizioni per assistere i cittadini in sicurezza a partire da dotazioni di personale adeguate. Ma chiediamo alla politica anche di coinvolgerci nelle scelte”. Questo l'appello degli Infermieri che è stato fatto oggi dal presidente dell'Ordine Daniel Pedrotti.

 

Da ormai quasi 10 mesi gli infermieri, insieme agli altri operatori della sanità, stanno affrontando una sfida epocale per la salvaguardia della salute dei cittadini nella nostra Provincia e su tutto il territorio nazionale.

 

“Gli Infermieri sono da sempre in prima linea – spiega Pedrotti - ogni giorno con competenza, umanità, impegno, coraggio e alto senso di responsabilità, dimostrando a tutti livelli di responsabilità, grandi capacità e spirito di squadra per garantire, nonostante le difficoltà e gli organici spesso sottodimensionati, le migliori cure ai cittadini in tutti i setting di cura: Rsa, ospedali e territorio”.

 

Gli infermieri lo fanno da sempre, ma la pandemia ha messo in evidenza questo speciale ruolo. Anche nel mezzo di una pandemia hanno provato in ogni modo a garantire quanto più possibile l’umanizzazione dell’assistenza, preoccupandosi per esempio, di organizzare una videochiamata ai familiari che non vedevano da giorni i propri cari; hanno accompagnato sino all’ultimo i pazienti, cercando di garantire, anche con un pesante scafandro, la necessaria vicinanza per una “dignità del fine vita”.

 

“In tanti stanno facendo grandi sacrifici per la tutela della salute dei cittadini, dimostrando di saper mettere a rischio la propria salute. E’ questo che ci fa sentire orgogliosi di essere infermieri” ha spiegato il presidente dell'Ordine degli Infermieri.

 

L'appello ai cittadini, loro interlocutori principali. “Chiediamo con tutta la forza che ci rimane di 'aiutarci ad aiutarli' dimostrando fiducia nel sistema, grande senso civico e responsabilità.  Oggi più che mai abbiamo bisogno della massima unità e coesione tra tutti. I comportamenti virtuosi di ognuno di noi sono e saranno decisivi per vincere anche questa ennesima sfida per la nostra salute''.

 

In conclusione un appello alle Istituzioni e alla Politica. “Alle Istituzioni chiediamo di tutelarci e di garantirci le condizioni per assistere i cittadini in sicurezza a partire da dotazioni di personale adeguate. Tutelare i professionisti significa tutelare la salute dei cittadini. Il bene più prezioso che abbiamo. Alla Politica chiediamo di essere coinvolti nelle scelte sul sistema salute e chiediamo siano assunte decisioni per una valorizzazione reale e strutturale delle competenze degli infermieri per un giusto e meritato riconoscimento della singolarità, della formazione, della qualità e dell’abnegazione di un’intera categoria professionale. Non siamo e non vogliamo essere considerati eroi, ma vogliamo essere trattati da professionisti della salute”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 settembre - 15:57
Sono stati analizzati 3.706 tamponi tra molecolari e antigenici. Sono stati trovati 7 positivi tra under 19 e 1 caso tra gli over 60. Ci sono [...]
Cronaca
19 settembre - 14:02
Alla Bookique di Trento, martedì 21 settembre alle 18 e 30, si terrà l'ultimo incontro della Rassegna Generazione 2021 alla quale parteciperà, [...]
Cronaca
19 settembre - 15:04
Molto probabilmente il conducente è stato tradito dall’asfalto reso bagnato dalla pioggia perché a un certo punto il mezzo si è imbarcato per [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato