Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, “musica e luci psichedeliche” 6 giovani sorpresi a festeggiare un compleanno dopo le 22: sanzionati

La segnalazione è arrivata da alcuni abitanti del posto che hanno sentito il forte rumore della musica provenire dai vigneti sopra il paese, così i carabinieri hanno sanzionato 6 giovani trentini che stavano festeggiando un compleanno. Ora i ragazzi rischiano una multa fino a 1000 euro

Foto d'archivio
Pubblicato il - 23 novembre 2020 - 13:28

CEMBRA LISIGNAGO. La segnalazione è arrivata verso le 23, quindi ben oltre il limite del coprifuoco fissato alle 22, così i carabinieri hanno raccolto la denuncia di alcuni residenti del Comune di Cembra Lisignago che segnalavano la presenza di un “rave party” in prossimità di un casolare, tra i vigneti.

 

Dopo la segnalazione i carabinieri di Cavalese, già impegnati nei controlli per verificare l’osservanza delle disposizioni di contenimento contro la diffusione del coronavirus, si sono mobilitati e si sono mossi nella direzione segnalata dagli abitanti di Cembra Lisignago.

 

Arrivati sul posto i militari hanno scoperto che in realtà non era in corso un rave party ma una “semplice” festa di compleanno. Infatti, nonostante il forte rumore prodotto dalla musica e gli abbaglianti riflessi di quelle che vengono definite nel comunicato “luci psichedeliche”, sono stati trovati soltanto sei ragazzi, tra i 18 e i 22 anni, tutti originari della provincia di Trento, che avevano organizzato una festa.

 

Nonostante questo ai carabinieri intervenuti non è restato altro da fare che sanzionare tutti i presenti per la violazione della normativa anti-Covid, dal momento che i 6 ragazzi si trovavano fuori di casa dopo le 22. I giovani hanno dovuto fare rientro a Trento e Pergine Valsugana, mentre nei prossimi giorni dovranno pagare le varie sanzioni che in questi casi vanno dai 400 ai 1000 euro.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
26 novembre - 18:52
La lettera-denuncia degli attivisti dell’Assemblea Antirazzista: “I migranti che vivono a Trento sono stati messi di fronte alla scelta fra [...]
Cronaca
26 novembre - 19:07
Si è verificata una tragedia nella tragedia giovedì all'incrocio tra Corso Libertà e Corso Italia a Bolzano. L'uomo era stato chiamato in piazza [...]
Società
26 novembre - 20:38
La Fiorentina ha deciso di puntare sul Viola Park e non tornerà in val di Fassa per il ritiro estivo. Il sindaco di Moena, Alberto Kostner: "Siamo [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato