Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, nessun contagio o decesso in Alto Adige su oltre 700 tamponi. Calano i positivi

Nel quotidiano bollettino sulla situazione Coronavirus in Alto Adige, l'Azienda sanitaria altoatesina ha analizzato 752 tamponi non trovandone nemmeno uno positivo. Ancora fermo il numero dei decessi, con un conteggio che ora segna 2602 persone positive da inizio epidemia e 292 morti

Pubblicato il - 10 giugno 2020 - 11:35

BOLZANO. Altro doppio in zero in Alto Adige. La situazione contagi da Coronavirus pare ormai sotto controllo, dopo che anche a seguito degli oltre 700 tamponi compiute nelle ultime 24 ore, il risultato non ha dato alcun nuovo positivo. Ancora una volta fermo, a sua volta, il numero dei decessi.

 

Nell'ultima giornata, come detto, i laboratori dell'Azienda sanitaria altoatesina hanno analizzato 752 tamponi, senza che nessuna delle persone controllate risultasse positiva al test. Da inizio epidemia, l'Azienda sanitaria ha complessivamente effettuato 73404 tamponi su 35148 persone. Il conteggio dei malati, dopo che anche ieri si era registrato un doppio 0, segna 2602 persone positive da inizio epidemia e 292 decessi.

 

Di questi ultimi, 175 sono avvenuti negli ospedali mentre 117 nelle case di riposo. La situazione attuale vede nei reparti normali dei 7 ospedali dell'Azienda sanitaria, nelle cliniche private e nella base logistica di Colle Isarco 8 persone ricoverate affette da Covid-19. Altre 13 sono assistite come sospette, mentre nei reparti di terapia intensiva è ricoverata una sola persona in Alto Adige, un'altra in un analogo reparto austriaco.

 

Le persone attualmente sottoposte a misure di quarantena obbligatoria o in isolamento domiciliare sono 150. 10845 sono quelle che hanno già concluso misure del tipo mentre 10995 sono i cittadini a cui sono state imposte da inizio pandemia. Sui 233 operatori dell'Azienda sanitaria finora risultati positivi al test quelli guariti sono 227.

 

In totale, le persone guarite, pertanto sono 2218.

 

Nella giornata di ieri, d'altronde, i numeri incoraggianti hanno spinto il presidente della Provincia Arno Kompatscher a togliere l'obbligo della mascherina quando ci si trova a più di un metro di distanza. Al via anche la possibilità di tenere manifestazioni, eventi, esposizioni e fiere.

 

Anche nel vicino Trentino, i numeri della pandemia paiono essersi stabilizzati, con un'altra giornata senza decessi ma 3 nuovi positivi su oltre 700 tamponi. Il tutto in attesa di capire quale sia il bollettino quotidiano.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 settembre - 20:21

La diffusione del virus Comune per Comune: a Rovereto 11 casi, 8 a Trento. La Provincia di Trento maglia nera fra i territori italiani per quanto riguarda l’incidenza. Ecco la mappa dei contagi sul territorio

27 settembre - 18:22

Davide Bassi, ex rettore dell'Università di Trento, di fronte alla crescita dei contagi in Regione nelle ultime settimane, si è interrogato sulle modalità di somministrazione dei tamponi. Farne tanti è infatti sempre una garanzia di una più efficace strategia di contenimento del virus? La risposta è scettica e fa riflettere sul modo con cui la Giunta Fugatti ha comunicato in questi mesi di emergenza. "Non serve farne tanti ma alle persone giuste"

27 settembre - 19:55

Continuano a crescere in Alto Adige i casi di strutture scolastiche e per l'infanzia costrette a chiudere per l'insorgenza di contagiati tra gli alunni. Dopo i due nuovi positivi riscontrati in due istituti superiori di Bressanone e la chiusura per 2 settimane del Gandhi di Merano, anche l'asilo Moos di Sesto dovrà chiudere i battenti per la sanificazione. 13 i bambini in isolamento, assieme al personale della materna

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato