Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, parcheggi gratis fino al 14 aprile a Trento. Garantito il servizio cimiteriale

Il Comune di Trento ha comunicato la proroga fino al 14 aprile della sospensione dei pagamenti nei parcheggi blu e a disco orario. Garantiti i servizi cimiteriali: i funerali continueranno a seguire le norme del 9 marzo, mentre si valutano forme di telelavoro per alcuni dipendenti comunali del campo santo cittadino

Pubblicato il - 25 March 2020 - 12:28

TRENTO. Il Comune di Trento, nell'ambito dell'emergenza sanitaria, continua il suo lavoro di comunicazione alla cittadinanza. Per venire incontro alle esigenze di quelli che lavorano in centro, parcheggi blu e a disco orario rimarranno gratuiti fino al 14 aprile.

 

Considerato il perdurare di questa situazione eccezionale e il divieto di spostamento, il sindaco ha infatti firmato un'ordinanza per prorogare fino al 14 aprile su tutto il territorio comunale la sospensione della corresponsione della tariffa prevista per la sosta sugli stalli a pagamento e delle limitazioni orarie negli spazi regolamentati con disco orario. Tutti questi parcheggi sono pertanto fruibili gratuitamente e senza limiti di sosta.

 

Riguardo ai servizi funerari, invece, il Comune garantisce il servizio in quanto essenziale. Vista la sensibilità del tema, per garantire la dignità dell'ultimo saluto al proprio caro, l'amministrazione del capoluogo ha organizzato una turnistica che vede sia gli operatori cimiteriali che gli amministrativi alternarsi in gruppi suddivisi a metà.

 

Sono allo studio, al momento, forme di telelavoro che garantiscano inoltre la continuità del servizio e concorrano a limitare anche da parte dei dipendenti comunali gli spostamenti non indispensabili. Per quanto riguarda lo svolgimento dei funerali, invece, nulla è cambiato rispetto alle indicazioni del 9 marzo scorso.

 

I funerali laici si terranno in forma strettamente privata nel Cimitero monumentale di Trento e consisteranno in un breve saluto all'aperto davanti al colonnato nel quadrante Sud, alla presenza dei soli familiari, mantenendo la distanza di un metro tra i presenti e con l'invito di astenersi dalla stretta di mano per le condoglianze.

 

Quelli cattolici, invece, si terranno anch'essi in forma strettamente privata con queste casistiche:

-inumazione o tumulazione: breve celebrazioni presso la fossa o il loculo alla presenza dei soli familiari, mantenendo la distanza di almeno un metro tra i presenti e astenendosi dalla stretta di mano per le condoglianze;

-cremazione: breve celebrazione all'aperto davanti alla Chiesa del Redentore nel quadrante nord alla presenza dei soli familiari, mantenendo la distanza di almeno un metro tra i presenti e astenendosi dalla stretta di mano per le condoglianze.

 

I funerali delle altre confessioni religiose si terranno anch'essi in forma privata secondo modalità concordate di volta in volta coi familiari del defunto e il ministro di culto.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 December - 20:28

Da qualche giorno appare chiaro che sommando i positivi trovati con i molecolari e gli antigenici il Trentino appare in linea (anzi con dati peggiori come per altro sui decessi e le terapie intensive) con l'Alto Adige. Ieri i positivi ''reali'' erano circa 520 (a fronte dei 156 comunicati in conferenza stampa) e sabato erano circa 800 (a fronte dei 219 di Fugatti e Segnana). Da domani anche la Pat dovrebbe fornire i dati completi uniformandosi alla vicina provincia di Bolzano

02 December - 19:37

Sono 459 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 278 positivi a fronte dell'analisi di 3.705 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,5%

02 December - 18:25

Il presidente ha annunciato il nuovo documento che dal 3 dicembre cambia le cose e permette nuove libertà per i cittadini. Saltano tutte le restrizioni in più rispetto alla ''normale'' zona gialla. Ecco cosa cambia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato