Contenuto sponsorizzato

Dopo le polemiche sulla chiusura, l'Apss annuncia la riapertura del day hospital oncologico di Cles. Segnana: "Si parte l'11 gennaio"

Dopo le polemiche delle scorse settimane, causate dall'annuncio di chiusura del day hospital di Cles, l'assessora Stefania Segnana e l'Azienda sanitaria provinciale hanno comunicato la ripresa delle attività "a pieno regime" a partire dall'11 gennaio. La guida del servizio verrà affidata a un oncologo in pensione, che formerà i suoi "successori"

Di Davide Leveghi - 22 December 2020 - 18:57

CLES. L'annuncio della chiusura aveva fatto infuriare gli abitanti della zona, costringendo i malati oncologici e i loro parenti a doversi sorbire sfiancanti viaggi in auto fino al capoluogo. Dopo le proteste, però, è ora arrivata una buona notizia: il day hospital oncologico dell'ospedale Valli del Noce di Cles riprenderà l'attività a pieno regime a partire dall'11 gennaio.

 

Ad annunciarlo è l'assessora alla Salute Stefania Segnana. “Come promesso a tutti i sindaci dei Comuni delle valli di Non e di Sole e ai commissari delle rispettive Comunità di Valle nell’incontro che si era tenuto nelle scorse settimane – ha detto - dopo la sospensione del day hospital oncologico dell’ospedale Valli del Noce di Cles, comunico con soddisfazione che l’11 gennaio riprenderà a pieno regime l’attività oncologica e internistica del day hospital dell’Unità operativa di medicina”.

 

La chiusura, dovuta all'uscita di scena del medico che si occupava di questo servizio, aveva come detto provocato le legittime ire di chi si vedeva un altro servizio sottratto alle valli periferiche e riportato al capoluogo, con tutti i disagi del caso. Disagi che in questo frangente, vista la natura della malattia in questione e l'impatto fisico e psicologico delle cure, finivano per essere ancora più pesanti per malati e famiglie. “Non siamo burattini senza una dignità”, aveva scritto in una accorata lettera Flavia, sorella di una malata oncologica della Val di Sole. “Non infliggeteci ulteriori pene”, le aveva fatto eco Chiara, ex paziente in trattamento proprio nella struttura clesiana.

 

Ringrazio l'Azienda sanitaria per la celerità con cui ha risolto questa situazione nonostante il periodo di oggettiva difficoltà nell'individuare professionisti sanitari – ha aggiunto Segnana - con il ripristino di questo servizio, ritenuto fondamentale per le comunità che gravitano attorno al bacino di utenza del nosocomio clesiano, abbiamo dato risposta al disagio manifestato dalle amministrazioni locali per conto dei propri cittadini che necessitano di specifiche cure oncologiche”.

 

L'attività del day hospital, spiega l'Apss, sarà affidata a un professionista di lunga esperienza, specializzato in oncologia, ematologia e radioterapia oncologica, che, nonostante sia già in pensione, ha dato la propria disponibilità a formare dei professionisti locali che possano dare continuità e prenderne il testimone. “In accordo con l'assessore provinciale alla salute Stefania Segnana – ha affermato Giovanni M.Guarrera, direttore del Servizio ospedaliero provinciale – ci eravamo presi l’impegno di riprendere a pieno regime, nel più breve tempo possibile, l’attività per i pazienti oncologici del day hospital di Cles e oggi possiamo comunicare che siamo pronti per riattivare, dopo le festività natalizie, il servizio con le usuali modalità. Pur in questo difficile periodo legato alla pandemia ci siamo impegnati per garantire il servizio con l’obiettivo di mantenere un presidio territoriale importante per i pazienti con l’ulteriore obiettivo di formare nuove risorse che potranno farsi carico anche dell’attività oncologica”.

 

Nei casi più complessi, il day hospital clesiano continuerà a gestire le terapia in stretto contatto con l'Unità operativa di oncologia dell'ospedale Santa Chiara di Trento, in modo tale da condividere e confrontarsi su cartella clinica e protocolli di trattamento.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 2 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
03 agosto - 06:01
La Giunta leghista ha approvato il nuovo modello organizzativo dell’Apss, ma sulla riforma però incombe lo spauracchio dei pensionamenti. Per [...]
Cronaca
02 agosto - 16:45
Sono stati analizzati 421 tamponi tra molecolari e antigenici, trovati 12 positivi. Ci sono 10 persone in ospedale, 1 paziente in terapia [...]
Cronaca
02 agosto - 20:28
Due persone sono state trasportate all'ospedale per accertamenti e approfondimenti. L'incidente è avvenuto sulla strada che collega Andalo e Fai [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato