Contenuto sponsorizzato

I sindaci: ''Segnana invita il senatore Pillon alla Convention dei Comuni Amici della Famiglia? L'evento non può essere strumentalizzato''

L'evento è previsto per il 5 marzo. Ad inizio febbraio gli amministratori del distretto famiglia della Valle del Chiese, luogo dell'evento, hanno saputo dell'invito, quindi a seguito di un confronto hanno sottoscritto una lettera che verrà recapitata all'assessora nei prossimi giorni: "Con l'avvicinarsi della tornata elettorale la presenza del senatore può essere strumentalizzata''

Di G.Fin - 15 febbraio 2020 - 05:01

TRENTO. Una presenza che può essere fonte “di forti contrasti e divisioni politiche”. I sette sindaci dei Comuni che costituiscono il distretto famiglia della Valle del Chiese hanno pronta una lettera indirizzata all'assessora provinciale per le politiche sociale e famiglia Stefania Segnana affinché si faccia “una attenta valutazione” sulla presenza del senatore Simone Pillon alla Convention annuale dei Comuni Amici della Famiglia in programma per il prossimo 5 marzo a Storo, ente capofila del distretto.

 

Una presa di posizione importante  che sarà recapitata nei prossimi giorni all'assessora. Il senatore Pillon è balzato agli onori della cronaca, fra i tanti temi,  per le proprie considerazioni riguardanti la famiglia e la proposta sulla modificazione della legge sull'affido dei minori in caso di separazione (QUI L'ARTICOLO). Non sono poi mancate le sue esternazioni sui gay che hanno portato a diverse polemiche con strascichi anche giudiziari. Una figura quindi che fa discutere.

 

Quello promosso il 5 marzo è l'appuntamento annuale dei vari distretti famiglia durante il quale si discuterà di politiche comunali per il benessere delle famiglie, per far conoscere il valore del progetto dei distretti e di come valorizzano il territorio.

 

Ad inizio di febbraio, però, i Comuni del distretto dove si terrà la convention hanno appreso che la Giunta provinciale aveva ritenuto di estendere l'invito all'evento come relatore al senatore Simone Pillon, quale vicepresidente della Commissione Bicamerale Infanzia e Adolescenza del Parlamento Italiano.

Un invito, questo, che ha portato gli amministratori della Valle del Chiese a confrontarsi in merito all'opportunità di tale presenza e, pur rispettando il suo ruolo istituzionale del senatore, a sottoscrivere una lettera per esprimere alcune perplessità su come “la presenza di esponenti politiche che hanno manifestato posizioni che hanno creato divisione politica rischierebbe di oscurare il buon esito della Convention stessa”.

 

L'obiettivo, quindi, da parte degli amministratori è quello di preservate l'immagine dell'evento evitando che ci siano polemiche che possano rovinarne il clima e gli obiettivi. Accanto a questo è stato anche manifestato il fatto che l'avvicinarsi della tornata elettorale la presenza dell'assessore possa essere strumentalizzata ed essere quindi fonte di contrasti.

 

Da qui la decisione di “invitare l'assessorato ad una ulteriore attenta valutazione in merito alla partecipazione del Senatore”. La nota sarà inviata nei prossimi giorni ed sottoscritta, da quanto ha appreso ildolomiti.it di Storo (Luca Turinelli), Borgo Chiese (Claudio Pucci), Bondone (Gianni Cimarolli), Castel Condino (Stefano Bagozzi), Valdaone (Ketty Pellizzari), Pieve di Bono – Prezzo (Attilio Maestri) e Sella Giudicarie (Franco Bazzoli).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 febbraio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 febbraio - 05:01

In Trentino il responsabile della protezione civile Cesarini Sforza non si mostra preoccupato mentre la Regione Veneto ha approvato misure straordinarie per fronteggiare eventuali incendi. Un documento dà delle linee di azione anche per gli effetti delle pullulazioni di bostrico sul pericolo di incendi boschivi

18 febbraio - 19:06

Uno dei fattori limitanti di questa specie sono sostanzialmente le basse temperature invernali. Quest'anno però il clima è stato mite. Zanghellini: ''Negli ultimi anni l'aumento delle temperature ha anticipato il ciclo vitale di questo animale" 

18 febbraio - 15:17

E mentre la colonnina di mercurio è salita, un iceberg di 300 chilometri quadrati, paragonabile alle dimensioni di Malta, si è staccato dal ghiacciaio Pine Island. E mentre anche in Trentino si decide di investire milioni di euro su impianti anche sotto i 1.000 metri come a Bolbeno il noto climatologo spiega: ''La neve c'è oltre i 2 mila metri, mentre più in basso i paesaggi sono primaverili. Gli investimenti non dovrebbero più andare solo sullo sci''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato