Contenuto sponsorizzato

I VIDEO. A Venezia acque limpide e pesci. Gli esseri umani stanno a casa e la natura riprende i suoi spazi

Video e foto sono stati pubblicati sui social e stanno facendo il giro del mondo. Lo stop a grandi navi e altre imbarcazioni ha reso i fondali di Venezia visibili 

Pubblicato il - 16 marzo 2020 - 08:03

VENEZIA. Traffico drasticamente ridotto di vaporetti, ferme le grandi navi e altre imbarcazioni. Tra le tante notizie drammatiche che arrivano in questi giorni nei social sta spopolando una buona notizia. Il coronavirus ha portato il blocco delle attività e i fondali di Venezia si vedono e si possono anche ammirare dei pesci. Le acque torbide sono sparite.

Immagini incredibilmente belle che sono state postate nel gruppo Facebook “Venezia pulita”. “Immagini incredibili del rio dei Ferali, dietro piazza San Marco, solitamente torbido. La natura si riprende I suoi spazi”. Viene scritto nel post. “Meno traffico e meno scarichi”.

 

 

Gli interventi del Governo per arginare il coronavirus che hanno portato a limitare gli spostamenti, se non per motivi urgenti, e che esigono il più rigoroso rispetto da parte della collettività, stanno in qualche modo cambiando anche il mondo che ci circonda.

 

“Per quanto riguarda la limpidezza – spiega un utente - sicuramente l'assenza di traffico che smuove i sedimenti è la causa di questo miracolo da mare tropicale. Gli scarichi ridotti e il ricambio idrico delle maree sicuramente giovano alla qualità delle acque, specialmente per i cosmetici che (semplifico con shampoo e bagnoschiuma) che sono molto più inquinanti della maggior parte dei detersivi”.

 

 

(Foto e video sono tratti dalla pagina facebook "Venezia pulita" post di Marco Capovilla e Martina Bettoni)

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 ottobre - 20:14

Ci sono 118 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 8 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 173 positivi a fronte dell'analisi di 3.132 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,5%

29 ottobre - 19:15

Continuano a salire i contagi e i ricoveri tra le persone che hanno oltre i 70 anni. L'allarme arriva dai dati e dalle analisi fatte dall'azienda sanitaria trentina che mostrano un picco di contagi proprio nei prossimi giorni. Ferro: "Dei 686 morti avuti ne abbiamo più di 600 che sono collegati ad età superiori a 70 anni"

29 ottobre - 18:14

Sono stati analizzati 3.132 tamponi, 173 i test risultati positivi e il rapporto contagi/tamponi si attesta al 5,5%. In totale ci sono 118 pazienti in ospedale. Tra i nuovi positivi, 59 hanno più di 70 anni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato