Contenuto sponsorizzato

La ''discarica'' dei ladri: scoperte cassaforti, cassette di sicurezza e refurtiva abbandonate lungo l'Adige

La scoperta è stata fatta questa mattina da alcuni pescatori che hanno percorso la sponda del fiume (LE FOTO)

Pubblicato il - 02 febbraio 2020 - 13:57

TRENTO. Cassette di sicurezza, casseforti e poi gioiellini, orologi, chiavi di una qualche macchina, cellulari: oggetti e monili che, probabilmente, sono stati ritenuti, inutilizzabili o di scarso valore e lasciati lì buoni giusto per inquinare le sponde del fiume. Questa mattina dei pescatori hanno fatto questa scoperta lungo le rive dell'Adige a Trento Nord, grosso modo, in linea d'aria, all'altezza della sede di Trentino Trasporti scavalcata sia la tangenziale che l'autostrada.

 

 

Una cassaforte forzata e aperta forse con la fiamma ossidrica, cassette di sicurezza per il deposito dei contante e di altri oggetti di valore con gli sportelletti sfondati, piegati verso l'esterno. Il tutto gettato nel fiume o incastrato tra le rocce della sponda per quella che appare essere una piccola discarica dei ladri.

 

 

E così delle chiavi di una macchina ci si fa poco se non si sa quale auto servono ad accendere, come anche di uno smartphone spento con la password. Poi ci sono dei gioiellini, anelli, collanine, braccialetti forse falsi, comunque dallo scarso valore (altrimenti non sarebbero stati lasciati lì con il resto dei ''rifiuti''), un orologio danneggiato altri oggetti. 

 

 

Sicuramente la ''palla'' adesso passerà alle forze dell'ordine che potranno cercare di capire da dove arriva tutto ciò e se si tratta del frutto di un unico colpo o se è un luogo usato proprio per sbarazzarsi di ciò che non si ritiene di valore. Sicuramente il fiume ringrazierà se verrà ripulito anche dai rifiuti dei ladri.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 ottobre - 20:30

Se le incertezze sono tante, tantissime, e il momento è delicato per l'emergenza Covid-19, le parole del presidente Maurizio Fugatti non aiutano a chiarire nulla o quasi. Non si capisce il senso di una conferenza stampa convocata in questo modo e di questo tenore per spiegare quanto succede in Trentino alla luce dell'ultimo Dpcm del premier Giuseppe Conte

25 ottobre - 20:07

Sono state poi registrate 12 positività tra bambini e ragazzi in età scolare e sono in corso le verifiche per procedere alla quarantena di altre classi, che attualmente riguarda 122 unità

25 ottobre - 19:16

La Provincia di Bolzano ha emesso una nuova ordinanza con valenza da lunedì 26 ottobre a martedì 24 novembre: bar e ristoranti potranno continuare a lavorare con gli orari attuali ma nuove restrizioni, mentre nelle scuole la didattica a distanza sarà portata solo nelle superiori al 50%. La misura più dura riguarda però il coprifuoco dalle 23 alle 5. In questo arco di tempo non ci si potrà muovere dal proprio domicilio se non muniti di autocertificazione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato