Contenuto sponsorizzato

''Per il coronavirus dovrei buttarli, prendete un fiore e quando sarà tutto finito ricordatevi di noi'', l'iniziativa di Lorenzo e della sua fioreria F5 Lab

L'iniziativa di Lorenzo Bacca che, costretto a chiudere per rispettare le restrizioni arrivate mercoledì sera dal governo per contrastare il coronavirus, ha deciso di mettere all'esterno del negozio alcuni fiori che possono esseri presi gratuitamente

Pubblicato il - 12 marzo 2020 - 15:44

TRENTO. Sono davvero tante le iniziative messe in campo in queste ora a Trento per cercare, in qualche modo, di sentire meno il peso di una situazione di emergenza che sta cambiando in poco tempo le nostre abitudini di vita.

 

Se da un lato ci sono librerie che si mettono al servizio dei cittadini per consegnare un libro, oppure ci sono i messaggi sulle vetrine dei negozi in centro storico, non manca chi, sia per esigenza che per scaldare un po' il cuore, ha deciso di regalare dei fiori.

 

L'iniziativa arriva da via Grazioli, dalla fioreria F5 Lab Flower di Lorenzo Bacca che, costretto a chiudere per rispettare le restrizioni arrivate mercoledì sera dal governo per contrastare il coronavirus, ha deciso di mettere all'esterno del negozio alcuni fiori che possono esseri presi gratuitamente.

 

“Andrà tutto bene – scrivere Lorenzo in un post su facebook - intanto rimani il più possibile a casa e se passi davanti al negozio prendi questo fiore. Sono fiori che non posso più vendere e che mi piange il cuore buttare.

Perché sono il mio lavoro, la mia vita, i miei sacrifici. E non voglio buttarli nelle immondizie”.

 

Una bella iniziativa che scalda il cuore a chi, in questi giorni, si sente  investito da questa situazione di emergenza e cerca un po' di ossigeno, di colore, di calore e anche di normalità che può senz'altro arrivare da un fiore regalato. “Quando tutto sarà finito – continua Lorenzo Bacca - spero vi ricordiate ancora di me e Tissiana, del mio lavoro, delle coccole di Agatha, del profumo delle fresie, delle spine delle rose, delle sensazioni tattili, delle fragranze di un profumatore d'ambiente, delle petalosità di un ranuncolo, della ciccia di una pianta grassa, dell'affetto che può dare anche un cuore di legno”.

 

La situazione che stanno vivendo tantissimi negozi nel nostro territorio non è facile. Spese e stipendi ai dipendenti a fine mese comunque da pagare. E anche Lorenzo lo fa capire: “Io cercherò di sopravvivere anche senza incassi e con tutte le notevoli cose da pagare comunque”. Senza buttarsi giù di mortale, però, offre a chi vuole la possibilità di aiutarlo. “Se vorrete darmi una mano, farò un album con le foto degli articoli disponibili in negozio che potrete ordinare via WhatsApp o telefono al 3394350534 , messaggio nella pagina fb o Instagram. Pagamento con PayPal, bonifico o alla consegna con bancomat e contanti se è per voi.Consegna gratuita in tutta la città. Grazie, spero di potervi riabbracciare tutti al più presto, uno ad uno”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 21 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
22 gennaio - 21:48
L'allarme è stato lanciato attorno alle 20 e sul posto si sono recati  molti corpi dei vigili del fuoco della zona. Ancora sconosciuta la [...]
Cronaca
22 gennaio - 19:04
Daniela combatteva fin da bambina con una rara malattia neuromotoria e da qualche anno era costretta sulla sedia a rotelle: non ha però mai perso [...]
Cronaca
22 gennaio - 17:33
Il dramma è avvenuto nel primo pomeriggio lungo un sentiero verso Malga Lodranega in Val Breguzzo ma, al contrario di quanto diffuso dagli altri [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato