Contenuto sponsorizzato

Raffiche di vento, a Levico scoperchiate le cabine del lido. A Trento si stacca un'insegna e colpisce un ragazzo

Allarme nel tardo pomeriggio in via Mazzini a Trento. Il giovane è stato trasportato in ospedale. A Levico intervento dei vigili del fuoco anche all'ex hotel Due Laghi 

Pubblicato il - 05 febbraio 2020 - 19:48

TRENTO. Non sembrano cessare le raffiche di vento che da ieri stanno colpendo senza tregua il Trentino. Sono molti gli interventi messi in campo da parte dei vigili del fuoco in tutto il territorio provinciale con la messa in sicurezza di strade e abitazioni.

Nel pomeriggio grande lavoro per i vigili del fuoco di Levico Terme. Un grosso albero si è schiantato sulla provinciale 1 e questo ha portato ad un blocco completo del traffico costretto a deviazioni. (QUI L'ARTICOLO)

Grande lavoro anche per i danni che il vento ha fatto a diversi tetti. All'ex hotel due Laghi, struttura ormai abbandonata, sono intervenuti sempre i vigili del fuoco di Levico per mettere in sicurezza alcune pezzi di metallo che si stavano staccando dal tetto. Scoperchiate anche alcune cabine del lido. Fortunatamente non ci sono stati feriti.

A Trento allarme invece nel tardo pomeriggio in via Mazzini. Una ragazzo, infatti, stava passeggiando su via Mazzini quando ad un certo punto è stato colpito in testo dall'insegna che si è staccata da un negozio. L'uomo è rimasto ferito alla testa ed è stato trasportato in ospedale con l'ambulanza.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 ottobre - 19:32

Ci sono 86 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 5 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 10 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 113 positivi a fronte dell'analisi di 983 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 11,5%

26 ottobre - 18:58

I nuovi dati forniti dalla Provincia e dall'Azienda sanitaria dimostrano come l'allerta nelle Rsa rimane alta. Il direttore dell'Apss "Il focolaio maggiore è nella struttura di Malè" e accanto all'emergenza sanitaria c'è anche quella del personale  

26 ottobre - 17:59

Sono stati analizzati 983 tamponi, 113 i test risultati positivi e il rapporto contagi/tamponi sale a 11,5%. A fronte di un leggero aumento rispetto a ieri dei 104 casi in valore assoluto (5,7%), il dato percentuale è praticamente raddoppiato. Sono 10 le persone in più in ospedale per Covid-19

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato