Contenuto sponsorizzato

Rsa, approvate le linee guida per le visite. Potranno avvenire solo previa autorizzazione del coordinatore sanitario

Come annunciato nella giornata di lunedì, le linee guida per le visite dei parenti o dei conoscenti ad anziani e disabili nelle strutture residenziali socio-sanitarie potranno avvenire a partire da giovedì 18 marzo seguendo delle regole stringenti. Sorveglianza e nessun contatto saranno le parole d'ordine

Pubblicato il - 16 giugno 2020 - 18:06

TRENTO. Dopo l'annuncio da parte dell'assessora alla Salute Stefania Segnana dell'apertura delle strutture per anziani ai visitatori a partire da giovedì 18 giugnoriapertura slittata di qualche giorno per una serie di complicazioni – come previsto dalla Provincia di Trento arrivano le linee guida. Vagliate dalla Giunta, permetteranno l'accesso a parenti e visitatori solamente previa autorizzazione da parte del coordinatore sanitario.

 

Anziani e disabili, dunque, potranno essere visitati nelle strutture residenziali socio-sanitarie, dopo che anche i vertici di Upipa e Spes, che avevano condiviso con la Giunta le proposte riguardanti le linee guida, hanno dato il proprio benestare. La deliberazione, d'altro canto, stabilisce in coerenza con il Dpcm del governo che è facoltà del coordinatore sanitario e non del legale rappresentante dell'ente gestore di indicare i casi in cui sono permesse le visite e quelli in cui non lo sono.

 

Le linee guida individuate stabiliscono una serie di misure preventive atte ad impedire il contatto fisico tra residenti e parenti/visitatori, a riorganizzare gli spazi, i luoghi e gli arredi delle strutture, a garantire percorsi distinti di accesso e una sorveglianza continua.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 settembre - 05:01

I deputati Sutto e Binelli alle comunali hanno raccolto rispettivamente 45 e 113 preferenze, avrebbero dovuto tirare la volata ma alla fine sono stati trascinati in Consiglio dai candidati locali. Male le candidate sindache leghiste Cattoi ad Ala, Ceccato a Lavis e Parisi a Comano: nessuna supera supera il 30%

25 settembre - 20:18

La mappa del contagio comune per comune. Oggi in Alto Adige è stata chiusa la prima scuola della regione per un focolaio tra gli studenti

25 settembre - 19:15

Preoccupa il ritorno dei contagi, soprattutto in vista della stagione invernale e sulle piste da sci. Il consigliere del Patt Dallapiccola deposita un’interrogazione: Finora questa Giunta non ha dato dimostrazione di particolare prontezza di riflessi e di efficacia nelle risposte ai problemi che via via si presentano”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato