Contenuto sponsorizzato

Scuole d'infanzia, approvate le nuove tariffe per il prolungamento orario. Ecco cosa cambia

La Provincia di Trento ha approvato le nuove regole per la scuola dell'infanzia in vigore nell’anno scolastico 2021-2022. La tariffa per le ore extra, al di là delle 7 ore ordinarie, è stata alzata per sensibilizzare le famiglie a non richiedere un servizio che poi non viene sempre usato

Di Laura Gaggioli - 29 December 2020 - 18:45

TRENTO. La Giunta provinciale ha approvato la nuova disciplina relativa al regime tariffario per usufruire del servizio di prolungamento d’orario da parte degli alunni della scuola dell’infanzia, per l’anno scolastico 2021/2022. Il provvedimento, approvato su proposta dell’assessore Mirko Bisesti, ha così portato all’aumento delle tariffe per le ore di permanenza in più richieste da parte delle famiglie, lasciando invariate, rispetto allo scorso anno, tutte le altre. La scelta è maturata dal fatto che negli ultimi anni, dato l’esiguo costo del servizio, molte famiglie avevano finito per farne una richiesta poco ponderata senza poi realmente usufruirne, generando un costo immotivato a carico del bilancio provinciale. 

 

La tariffa annuale agevolata per un'ora di prolungamento ulteriore rispetto alle 7 ore ordinarie di servizio di scuola dell'infanzia, andrà quindi da un minimo di 75 euro ad un massimo di 200 euro. Per due ore di servizio giornaliere si pagheranno da 150 euro a 400 euro, mentre per tre ore massime di servizio giornaliero si pagheranno dai 250 euro ai 660 euro. Questo incremento vuole quindi sensibilizzare le famiglie richiedenti il servizio verso una scelta più consapevole.

 

Confermata invece l’applicazione del sistema di valutazione della condizione economica familiare ICEF ai fini della determinazione delle agevolazioni tariffarie. La tariffa potrà però essere ridotta in relazione al numero di figli appartenenti al nucleo familiare di riferimento. In particolare per il secondo figlio frequentante il prolungamento d’orario sarà previsto l'abbattimento tariffario del 50% e a partire dal terzo figlio l'abbattimento sarà pari al 100%

 

La quota di iscrizione al servizio, in relazione alla tariffa familiare, sarà però sempre dovuta per l'annualità intera, 10 mesi di apertura dell’anno scolastico, senza rimborsi per utilizzi parziali del servizio richiesto. I termini per l'iscrizione alla scuola dell'infanzia e al prolungamento d'orario per l'anno scolastico 2021/22 saranno in ultimo definiti dalla Giunta entro il 31 gennaio 2021.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 settembre
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
16 settembre - 12:36
La norma che prevede la partecipazione della Pat in Itas Mutua è stata impugnata dal governo. Già la Procura della Corte dei conti aveva [...]
Cronaca
16 settembre - 13:04
La scorsa settimana Rita Amenze è stata uccisa all'uscita dal lavoro, ieri un uomo ha sparato al volto di  Alessandra Zorzin. Il sindaco [...]
Cronaca
16 settembre - 12:20
L’obbligo di Green pass per andare al lavoro scatterà dal 15 ottobre. L’Italia è il primo Paese ad adottare una decisione di questa portata. [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato