Contenuto sponsorizzato

Ss240 chiusa nel tratto del Monte Brione per i lavori di messa in sicurezza della strada. Betta: “L’obiettivo è concludere entro il 23 gennaio”

Dopo i continui crolli interviene il sindaco Betta con un’ordinanza: “I lavori prevedono opere di protezione di caduta sassi e ispezioni aggiuntive richieste dal geologo”. All’interno date e orari di chiusura della Ss240

Di Tiziano Grottolo - 16 gennaio 2020 - 10:05

ALTO GARDA. L’ultimo episodio si era verificato lo scorso 4 gennaio quando dei sassi colpirono delle auto in transito sulla strada statale 240 che collega Riva del Garda con Torbole, passando per Arco.

 

Quello di inizio anno era stato l’ultimo di una serie di crolli, alcuni di questi anche di grande entità, che hanno interessato la parete del Monte Brione, denotando l'instabilità del versante orientale.

 

A quel punto le istituzioni sono dovute correre ai ripari chiudendo più volte la strada, una soluzione che si è resa necessaria dopo i ripetuti distacchi che si sono susseguiti per tutto il mese di novembre, il più grave avvenuto il 19 del mese, quando grossi massi investirono in pieno la ciclabile, un evento che avrebbe anche potuto provocare delle vittime ma fortunatamente in quel momento la strada non fosse stata deserta (QUI Articolo).

 

Ora l’annuncio del sindaco di Arco Alessandro Betta: “Nella giornata di oggi verrà firmata l'ordinanza di chiusura della Ss240 nel tratto del Monte Brione”, strada che sarà chiusa dalle ore 8.30 di lunedì 20 fino alle 18.00 di giovedì 23 gennaio per un totale di quattro giorni.

 

Una decisione maturata in seguito ad alcune considerazioni, ovvero tenendo conto del fatto che la settimana prossima non vi saranno eventi o manifestazioni di interesse pubblico e che le previsioni meteo confermano che non si verificheranno rovesci temporaleschi. Inoltre, la ditta Rigon si è detta pronta all'esecuzione dei lavori.

 

“I lavori prevedono opere di protezione di caduta sassi e ispezioni aggiuntive richieste dal geologo – continua Betta – l'obbiettivo è cercare di finire i lavori e le ispirazioni entro la mattina del 23 gennaio”. Nel frattempo procede anche l’iter per la realizzazione del by-pass della pista ciclopedonale sul lago di Garda, chiamato ad aggirare il tratto interessato lo scorso 19 novembre dalla frana che lo ha reso inagibile, nei pressi dell’hotel Baia Azzurra (QUI articolo).

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 ottobre - 14:45

Mentre Boccia ieri sera impugnava l'ordinanza di Fugatti e ''valutava'' quella altoatesina (protetta da una legge al contrario di quella di Trento) Kompatscher ha riunito la giunta e, visto l'andamento della curva del contagio, ha deciso di adottare il dpcm e renderlo ancor più restrittivo

29 ottobre - 13:16

L'ex assessore alla salute: ''Bene preoccuparsi di 'attenuare' l’immagine dei morti per Covid nei sacchi neri che sicuramente non è mediaticamente in linea con l’immagine che in Trentino 'siamo lontani dai numeri della primavera.. pochissimi casi in terapia intensiva', però forse spiegare al personale anche quale strategia di politica sanitaria si sta portando avanti e quale modello di riorganizzazione dei reparti, aiuterebbe a lavorare con maggiore serenità e consapevolezza''

28 ottobre - 17:25

Il consigliere di Futura interroga l'Aula dopo che il Dolomiti ha svelato che l'istituto di cui è direttore emerito Andrea Villotti, sta invitando la popolazione a non pagare le tasse per protestare contro il dpcm del governo Conte. Il tutto mentre i curricula dei membri del consiglio d'amministrazione di Patrimonio del Trentino sono ancora ''invisibili'' nonostante per legge dovrebbero essere pubblici al più tardi dal 5 ottobre

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato