Contenuto sponsorizzato

Trovato dai forestali a mettere trappole per ungulati, in congelatore aveva anche 51 uccelli morti di specie protette

L'uomo stava agendo proprio nel periodo in cui le femmine gravide stanno cercando il luogo ideale per dare alla luce i piccoli

Pubblicato il - 28 aprile 2020 - 16:11

TRENTO. E' stato trovato sul monte Calisio intento a posizionare lacci in acciaio per la cattura di ungulati. Ad essere trovato in flagranza di reato e a finire nei guai è stato un uomo di Trento fermato dai forestali.

 

L'uomo stava posizionato le trappole proprio in questo periodo in cui le femmine gravide stanno cercando il luogo ideale per dare alla luce i piccoli.

Al fermo è seguita la perquisizione domiciliare, che ha permesso di rinvenire e sequestrare altri lacci in acciaio per la cattura di ungulati, tagliole e trappole a scatto per la cattura di avifauna, panie con vischio e 51 uccelli morti, conservati in congelatore, appartenenti a diverse specie protette delle famiglie dei Fringillidi e dei Paridi.

L’uomo, segnalato all’Autorità giudiziaria, dovrà rispondere di reati connessi al furto di selvaggina, caccia con mezzi vietati e caccia in periodo di divieto.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 11:51

La nuova ordinanza è valida fino al 31 gennaio 2021. Nelle aree pubbliche e private aperte al pubblico c'è il divieto di vendita per asporto di bevande alcoliche e superalcoliche dalle 22 alle 5. Stabilito anche divieto di detenzione (ad eccezione di recipienti chiusi ed integri) di bevande di qualsiasi tipo

21 ottobre - 12:32

Mentre le regioni e le province autonome stanno decidendo nuove misure per frenare il contagio, il governo pensa a limitazioni che uniformino tutto il Paese. Si va verso la chiusura degli spostamenti fra i territori regionali e il coprifuoco per impedire gli assembramenti notturni

21 ottobre - 05:01

L'esperienza di Andrea, un 32enne che 11 giorni fa ha presentato i primi sintomi da coronavirus con febbre e stanchezza diffusa. "Mi sono sentito abbandonato dall'Apss, che non mi ha fornito alcuna indicazione su come comportarmi. Quando ho detto loro che ho l'App Immuni per avere quadro più preciso delle persone con cui avevo avuto contatti, la risposta è stata di totale indifferenza"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato