Contenuto sponsorizzato

Una piccola serra interna per le verdure a chilometro zero e una cucina a vista. A Trento arriva il ristorante 'Augurio' di tre fratelli uniti da un'unica passione

L'apertura è prevista per fine mese e il nuovo ristorante a due piani si troverà in via Dietro le Mura B/16. Ci sarà una 'serra idroponica' per coltivare direttamente parte della verdura che sarà poi servita. Si punterà sulla trasparenza, sulla qualità dei prodotti e su un'esperienza di due chef 

Di Giuseppe Fin - 06 febbraio 2020 - 19:13

TRENTO. Tre fratelli ed una grande passione che li unisce, quella della ristorazione. Luca, Mattia e Samuele Augurio hanno 33, 30 e 22 anni. Basta ascoltarli per capire la grinta che ci stanno mettendo per realizzare il loro sogno: far nascere un ristorante.

 

Non è stato semplice ma passo dopo passo e unendo le forze a fine febbraio apriranno a Trento 'Augurio'. Un luogo davvero speciale, unico che si troverà in via Dietro le Mura B/16, a pochissima distanza da piazza Venezia lungo una piccola via che porta verso il castello del Buonconsiglio.

 

'Augurio' non è solo un ristorante a due piani ma una vera e propria esperienza di viaggio nel gusto. Uno spazio dove si potranno degustare anche dei vini con percorsi ad hoc il tutto in un ambiente curato nel minimo dettaglio sotto a delle volte antiche. “Una delle parole d'ordine che abbiamo voluto – spiega Luca Augurio – è quella della trasparenza”. Ed ecco allora che la cucina sarà interamente a vista in modo tale che qualsiasi cliente possa vedere, attraverso una vetrata, tutti i vari passaggi della preparazione del proprio piatto.

Luca, Mattia e Samuele hanno avuto la passione per la cucina dal padre cuoco dell'esercito. Mattia e Samuele sono chef e dopo gli studi hanno fatto varie esperienze sul campo non solo qui in Trentino ma anche in altre zone d'Italia. Saranno loro, assieme ad altri due cuochi, a gestire la cucina di 'Augurio'. Luca, invece, sempre impegnato nel mondo della ristorazione, avrà il compito di gestire le sale. Dopo anni di lavoro, hanno voluto unire le forze e deciso di creare qualcosa assieme.

 

Il ristorante ha due piani. Nel primo è presente uno spazio bar e alcuni tavoli che si affacciano sulla cucina. In questa zona si trova una delle vere chicche di 'Augurio”: si tratta di una “serra idroponica” che verrà utilizzata per coltivare vari tipi di verdura in maniera completamente biologica e che sarà poi usata per la preparazione dei piatti. Ma come detto, 'Augurio' sarà un posto davvero speciale e sempre nel primo piano i tre fratelli hanno pensato di creare uno spazio per gli artisti, Antico Trentino, Verolab e Royale, gli stessi che realizzeranno i piatti e i tavoli del ristorante. Vere e proprie opere che, nel caso dei prodotti in porcellana, potranno essere anche acquistate.

 

Passando al piano interrato le sorprese non sono ancora finite e ogni cosa viene studiata nel minimo dettaglio. Qui, grazie ad uno spazio realizzato ad hoc, ai clienti verrà data la possibilità di degustare dei vini trentini, nazionali e internazionali. Si sviluppa poi ulteriormente l'area ristorante. Anche i tavoli sono opere artigiane e la stessa luce è studiata per creare un'atmosfera avvolgente.

 

Ce la stiamo mettendo tutta – spiegano Luca, Mattia e Samuele – per costruire il nostro sogno. Gli intoppi ci sono e anche i ritardi ma andiamo avanti sempre uniti”. La grinta dei tre fratelli è unica e al centro di tutto c'è la volontà di offrire al cliente un menù che guarda alla qualità, unendo tradizione e novità mettendo a frutto l'esperienza degli chef.

 

“Amiamo il nostro lavoro – ci raccontano – e vogliamo che i trentini conoscano i nostri piatti, il nostro modo di lavorare, la nostra trasparenza e la passione che mettiamo in ogni cosa”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 ottobre - 17:44

Sono stati analizzati 1.521 tamponi, 79 i test positivi nelle ultime 24 ore. Il rapporto contagi/tamponi si attesa a 5,2%. Ci sono 6 classi in più in isolamento a causa dell'epidemia Covid-19

19 ottobre - 16:19

L'ordinanza della Regione Lombardia ha portato a rinviare le gare di Alto Garda, Bagolino e Caffarese, la Federcalcio trentina cerca una mediazione. Approfondimenti con i Comitati del Nord Italia per seguire linee guida omogenee 

19 ottobre - 17:04

Da questa attività è scaturito il successivo sequestro di tre fucili, due dei quali modificati per lo sparo con silenziatore e dotati di apparecchiature di puntamento di ultima generazione 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato