Contenuto sponsorizzato

Verona devastata dal maltempo, Zaia: ''Tragedia paragonabile a Vaia, ho visto cittadini con lacrime agli occhi ma con la voglia di rialzarsi''

Il governatore veneto chiede al Governo di attivarsi immediatamente per gli aiuti. Il maltempo di ieri pomeriggio ha sconvolto la città con strade che si sono trasformate in fiumi di acqua e ghiaccio 

Pubblicato il - 24 August 2020 - 12:52

VERONA. “Ho visto cittadini con le lacrime agli occhi ma con la voglia di spalare per rialzarsi”. Il governatore del Veneto, Luca Zaia, questa mattina è arrivato a Verona per un sopralluogo dopo la devastazione del maltempo che si è abbattuto ieri in una parte del territorio veneto. (QUI L'ARTICOLO)

La città scaligera ha subito numerosi danni con strade trasformate in veri e propri fiumi di acqua e ghiaccio che hanno ricoperto persone e auto. Alberi abbattuti, allagamenti che non hanno risparmiato nulla e nessuno.

 

“E' stato un evento straordinario – ha spiegato il sindaco della città Federico Sboarina – con vento fortissimo, grandine che ancora oggi a quasi 24 ore di distanza riempie le strade, e una quantità di acqua che ha generato una situazione devastante”.

 

 

I video e le foto pubblicati sui social testimoniano la drammaticità in cui si sono trovate alcune zone già colpite di recente dal maltempo. Sono state tantissime le richieste di aiuto da parte della popolazione. “Centinaia e centinaia di telefonate – ha spiegato Sboarina – sono arrivate ai vigili del fuoco e alle forze dell'ordine. Ci sono centinaia e centinaia di alberi abbattuti”.

Il governatore Zaia, accompagnato dall'assessore Giampaolo Bottacin hanno fatto un sopralluogo in mattinata nelle zone maggiormente colpite dal maltempo. “Domenica sera ho firmato lo stato di emergenza per il comune di Verona e altri limitrofi – ha spiegato – è una firma di responsabilità che viene fatta solo in particolari casi e con determinati presupposti. Quello che ho visto a Verona è una tragedia paragonabile a Vaia anche se interessa solo alcune parti della città che comunque sono state devastate”.

 

 

Lo stato di emergenza permette ai cittadini di poter fare una sorta di elenco con tanto di fotografie sui danni subiti dalla devastazione per poi chiedere una copertura economica. “Quando avremo tutte le informazioni – ha spiegato Zaia - prepareremo un pacchetto di richieste danni. Io spero che il Governo, con un apposito Consiglio dei ministri, sottoscriva il prima possibile uno stato di Emergenza”.

 

Infine da Zaia un ringraziamento ai tanti volontari che stanno lavorando in queste ore. “Si è visto moltissima collaborazione e tanto aiuto – ha concluso il governatore – ed è la dimostrazione che siamo una popolazione con una civiltà estrema”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 aprile - 15:55
La Giunta provinciale ha dato il via per il percorso organizzativo, amministrativo e di comunicazione necessario per l'apertura delle scuole [...]
Cronaca
23 aprile - 15:08
Sul posto si sono portati i vigili del fuoco di Levico Termine e di Pergine che grazie all'intervento immediato sono riusciti a contenere le fiamme [...]
Cronaca
23 aprile - 13:30
Da lunedì praticamente tutta Italia tornerà gialla e il Governo ha dato un via libera a moltissime riaperture ma per le regioni non è [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato