Contenuto sponsorizzato

Widmann indagato per gli “scaldacollo anti-coronavirus”: 700mila euro finiti all’azienda del cugino dell'assessore

Le indagini sono partite da un esposto presentato dal Movimento 5 Stelle: la provincia di Bolzano aveva acquistato alcune migliaia di scaldacollo dalla Texmarkt di proprietà di un cugino dell'assessore Widmann che è stato iscritto sul registro degli indagati

Di Tiziano Grottolo - 22 maggio 2020 - 10:26

BOLZANO. Dopo la bocciatura da parte dell’Inail delle mascherine comprate in Cina, che ha portato all’iscrizione nel registro degli indagati del direttore generale dell'Azienda sanitaria altoatesina Florian Zerzer (QUI articolo), arriva un’altra grana per Bolzano: l’assessore alla sanità Thomas Widmann è stato indagato per la vicenda degli “scaldacollo anti-coronavirus”.

 

A metà marzo la provincia di Bolzano aveva acquistato diverse migliaia di scaldacollo distribuiti gratuitamente alla popolazione, “in collaborazione con la società di distribuzione stampa Spv e con le rivendite di giornali”. Questi dispositivi, che però non sono certificati come Dpi, sono stati acquistati dalla ditta bolzanina Texmarkt di proprietà di Christoph Widmann, cugino dell'assessore alla sanità, per un costo di circa 700mila euro.

 

Le indagini sono partite dopo che il Movimento 5 Stelle aveva depositato un esposto in procura chiedendo di far luce sulla vicenda, visto e considerato la parentela che intercorre tra l’assessore il proprietario dell’azienda. Proprio ieri mattina, 21 maggio, su ordine del Pm Igor Secco le forze dell’ordine si sono presentate negli uffici di Widmann per acquisire materiale e documenti per l’indagine.

 

Da parte sua l’assessore alla sanità rispedisce ogni accusa al mittente e ai microfoni delle televisioni ha dichiarato: “Nessun aiuto quando serve, difficoltà burocratiche quando si cercano soluzioni rapide, e chi le trova poi viene messo alla gogna”. Da quando si apprende l’ipotesi di reato prevede la turbata libertà degli incanti per l’acquisto degli scaldacollo senza alcuna delibera preventiva e senza gara.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 20:09

Tra i nuovi contagiati, 146 persone presentano sintomi, 3 casi sono ricondotti alla fascia d'età 0-5 anni, 15 positivi invece tra 6-15 anni, mentre 30 infezioni riguardano gli over 70 anni. Ci sono inoltre 33 nuovi casi tra bambini e ragazzi in età scolare

27 ottobre - 20:00

Il presidente Conte ha fatto il punto sul suo dpcm e sul nuovo decreto che accompagna le misure restrittive con molte risorse economiche di sostegno per chi è costretto a ridurre o chiudere la propria attività. Gualtieri: ''Abbiamo scelto le modalità più rapide di ristoro. Il contributo a fondo perduto sarà erogato automaticamente alle oltre 300.000 aziende che lo avevano avuto in precedenza e quindi contiamo per metà di novembre di aver fatto tutti i bonifici''

27 ottobre - 18:22

Le strategie adottate dai presidenti di Provincia di Trento e Bolzano sono differenti, dopo che il Dpcm ha introdotto la misura di convertire la didattica al 75% in dad per le scuole superiori. Mentre Trento ha deciso di tirare dritto, proseguendo con la presenza (e non risolvendo affatto la questione dell'affollamento dei mezzi pubblici), Bolzano dà avvio questa settimana nelle secondarie di secondo grado al 50% delle lezioni in remoto

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato