Contenuto sponsorizzato

Accusato di aver autenticato quadri falsi, Sgarbi prosciolto: ''Quanto fango e quanti commenti diffamatori: citerò in giudizio una decina di persone, prese a strascico''

Il gup di Roma ha disposto il non luogo a procedere per Vittorio Sgarbi accusato dalla Procura di Roma di avere certificato come autentici alcuni lavori riconducibili all'artista Gino de Dominicis. Il critico d'arte incassa anche l'appoggio di Cda e direzione di Mart: "Ribadiamo fiducia nel presidente"

Di Luca Andreazza - 01 July 2021 - 20:19

ROVERETO. Il gup di Roma ha disposto il non luogo a procedere per Vittorio Sgarbi accusato dalla Procura di Roma di avere certificato come autentici alcuni lavori riconducibili all'artista Gino de Dominicis, ritenuti falsi dal nucleo di Tutela del patrimonio artistico dei carabinieri.

 

Il giudice ha fatto cadere le accuse per il critico d'arte con la formula perché il fatto non costituisce reato. Il gup ha, contestualmente, rinviato a giudizio altre 19 persone coinvolte nel procedimento fissando il processo al prossimo 21 dicembre. Il presidente del Mart ha sempre rispedito al mittente le accusa: "Tutto totalmente inesistente", aveva spiegato Sgarbi a Il Dolomiti (Qui articolo).

 

Ora il proscioglimento. "Quanto fango e quante strumentalizzazioni - dice il numero uno del Mart - in queste settimane contro di me. Quanti commenti diffamatori, soprattutto dalla galassia grillina. Adesso ne citerò in giudizio una decina, così, prese a strascico, perché imparino a non giudicare senza conoscere i fatti".

 

Preso atto della notizia secondo cui il Giudice per le udienze preliminari di Roma ha prosciolto da ogni accusa Sgarbi, il Consiglio di amministrazione e la direzione del Mart esprimono soddisfazione per la decisione che conferma la correttezza del comportamento del presidente del museo.

 

"Cogliamo l’occasione per ribadire la fiducia nel presidente, consapevole che se da un lato la sua attività politica e pubblica lo porta inevitabilmente a essere esposto al confronto dialettico, dall’altro la sua alta professionalità e la sua lunga e consolidata esperienza in campo artistico e culturale costituiscono una garanzia per il museo e per tutti coloro che lo amministrano e vi operano, come dimostra l’articolato e qualificato programma espositivo messo in campo negli anni del suo mandato. L’apprezzamento del mondo istituzionale e la risposta del pubblico per le grandi mostre allestite al Mart, alla Galleria Civica, a Palazzo delle Albere confermano l’interesse crescente nei confronti delle iniziative non solo espositive", si legge nella nota dell'ente di Corso Bettini a Rovereto.

Contenuto sponsorizzato
Edizione del 30 settembre 2022
Telegiornale
30 Sep 2022 - ore 22:49
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
02 ottobre - 19:47
L'assessore provinciale e leader de La Civica, Mattia Gottardi, sulle fibrillazioni: "Nessuna tensione, succede dopo ogni elezione". E su Mario [...]
Cronaca
02 ottobre - 20:08
Lettera di Anna Raffaelli (già consigliera comunale e componente della Commissione Sport del Comune di Trento) e Lally Salvetti [...]
Cronaca
02 ottobre - 18:59
E' successo al campo sportivo di Ala a un ragazzino di 13 anni. La piattaforma in plexiglas si sarebbe rotta e lui sarebbe caduto da un'altezza di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato