Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, ecco gli Rt: l'Alto Adige ha il più basso d'Italia, quello del Trentino di poco sopra l'1 ma l'incidenza è la seconda più alta del Paese

Il Trentino conserva un Rt da zona arancione e l'Alto Adige addirittura da zona bianca ma il criterio per le misure più restrittivo dovrebbe cambiare e basarsi anche sull'incidenza. Bolzano resta di poco sopra la soglia critica dei 250 casi ogni 100.000 abitanti

Di Luca Pianesi - 12 marzo 2021 - 16:20

TRENTO. Rt in calo, sotto l'1.1, ma incidenza del contagio che è la seconda più alta d'Italia con 351 casi ogni 100.000 abitanti e allora la zona rossa potrebbe essere confermata proprio basandosi su questo secondo dato. La situazione in Trentino, stando al report dell'Iss resta complicata soprattutto per quanto riguarda la diffusione della pandemia. L'Rt resta sopra la soglia di guardia di 1 (1.04 con una forchetta di scostamento tra lo 0.99 e l'1.1) ma tecnicamente sarebbe un Rt da zona arancione inferiore, quindi, al 1.25 che farebbe scattare ulteriori restrizioni.

 

Quel che preoccupa è l'incidenza del contagio settimanale che, a quanto sarebbe stato approvato in queste ore, diventerebbe anch'essa criterio per ''cambiare colore'' qualora si conteggiassero più di 250 positivi ogni 100.000 abitanti. Peggio del Trentino, in questo senso, fa solo l'Emilia Romagna che ha 434.26 casi ogni 100.000 abitanti. Il Trentino, poi, ha una classificazione di rischio ''moderata ad alta probabilità di progressione'' e ha una crescita nei focolai.

 

In continuo calo il livello del contagio in Alto Adige che in questo momento avrebbe l'Rt più basso d'Italia 0.61, anche più basso di quello della ''zona bianca'' Sardegna (0.89). Le misure restrittive delle scorse settimane hanno indubbiamente funzionato facendo calare anche l'incidenza che però resta sopra la quota limite toccando la soglia di 259.08 positivi ogni 100.000 abitanti e in più ha il problema molto forte delle varianti con un'allerta segnalata dall'Iss sulla ''trasmissione non gestibile in modo efficace con misure locali (zone rosse)''. La classificazione di rischio è ''moderata''.

 

Sono 16 le regioni italiane che presentano un Rt, cioè un indice di trasmissibilità del virus, superiore alla soglia di guardia di 1. Sette le regioni rosse in base all'Rt (Basilicata, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Valle d'Aosta e Veneto). Sopra la soglia critica per incidenza Friuli Venezia Giulia (266.20), Emilia Romagna (434.26), Lombardia (306.04), Piemonte (279.94), Bolzano (259.08), Trento (351.29) e Marche (310.71).

 

Anche a livello nazionale l'Rt è salto a quota 1,16, così come è aumentata l'incidenza: si parla di 225 casi ogni 100mila abitanti.

 

Ecco, di seguito, i valori Rt regione per regione:

 

Abruzzo 1,05
Basilicata 1,53
Calabria 0,83
Campania 1,5
Emilia-Romagna 1,34
Friuli Venezia Giulia 1,39
Lazio 1,31
Liguria 1,13
Lombardia 1,3
Marche 1,08
Molise 1,07
Piemonte 1,41
Provincia di Bolzano 0,61
Provincia di Trento 1,04
Puglia 1,23
Sardegna 0,89
Sicilia 1
Toscana 1,23
Umbria 0,81
Val d'Aosta 1,4
Veneto 1,28

 



Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
07 dicembre - 12:57
Per domani (mercoledì 8 dicembre) sono attesi disagi in tutta la Provincia di Bolzano per l'arrivo della neve nel fondovalle: previsti fino a 30 [...]
Politica
07 dicembre - 11:54
Incontro via remoto tra i tre governatori dell'Euregio. Dalla disamina di Fugatti è emerso che la maratona vaccinale sta andando abbastanza bene [...]
Cronaca
07 dicembre - 11:53
Difficile la situazione negli ospedali del territorio con 99 i ricoveri in area medica, poi 18 quelli [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato