Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, fra i sanitari in Alto Adige oltre 500 irriducibili no-vax: avviati accertamenti su altri 262 soggetti

Sono ancora 543 i sanitari no-vax che non hanno dato seguito all’invito alla vaccinazione da parte dell’Azienda sanitaria di Bolzano. Al momento sono in corso 262 procedure di accertamento per verificare che medici, infermieri e oss si siano effettivamente vaccinati contro il Sars-Cov-2

Foto d'archivio
Di T.G. - 21 July 2021 - 18:42

BOLZANO. Nei giorni scorsi aveva scalpore la notizia che l’Azienda sanitaria dell’Alto Adige era stata costretta a tagliare alcuni posti letto per via delle sanzioni scattate nei confronti di alcuni sanitari no-vax.

 

Come spiegava a Il Dolomiti il direttore sanitario dell’Asl, Pierpaolo Bertoli: “Il processo di sospensione è piuttosto complesso e si conclude solo con l’accertamento della mancata risposta dell’operatore agli inviti a vaccinarsi dell’Azienda, che viene ufficializzato con una lettera mandata ai dipendenti. Se viene confermata la sospensione il dipendente non può più essere utilizzato in situazioni di rischio contagio. Il problema – proseguiva – arriva quando le sospensioni si accumulano in un solo reparto. A quel punto bisogna procedere a un ridimensionamento dell’unità operativa, tagliando alcuni posti letto”.

 

Ora però l’Azienda sanitaria altoatesina sottolinea i passi in avanti compiuti per convincere i sanitari che non si sono ancora vaccinati contro il Sars-Cov-2. Se nelle scorse settimane il personale non vaccinato contava su 3.967 unità (1.333 dell’Azienda sanitaria e 2.634 personale esterno) negli ultimi giorni sono stati 1.674 i sanitari che si sono messi in regola (563 Azienda sanitaria e 1.111 personale esterno).

 

Non solo perché le persone che hanno ricevuto un appuntamento per la vaccinazione sono 1.043 (481 per l’Azienda sanitaria e 562 del personale esterno). In più sono stati 500 ( 239 per l’Azienda sanitaria e 261 del personale esterno) i sanitari che hanno dato seguito all’invito alla vaccinazione e che quindi nei prossimi giorni dovrebbero fissare un appuntamento.

 

Nonostante queste note positive però, fra i sanitari restano 543 irriducibili no-vax che non hanno nemmeno dato seguito all’invito alla vaccinazione: di questi 242 fanno capo all’Azienda sanitaria e 301 al personale esterno. Da Bolzano fanno sapere inoltre che sono in corso 262 accertamenti (205 Azienda sanitaria e 57 personale esterno) per verificare lo status dei collaboratori. “I dati forniti – precisa l’Azienda sanitaria – sono da considerarsi provvisori, in quanto nella gestione della procedura risultano coinvolti tanti attori e le persone interessate possono aderire alla vaccinazione in ogni fase della procedura”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 luglio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
31 luglio - 16:18
Ad ufficializzare la decisione una nota del presidente Fugatti nella quale spiega di aver scelto il dirigente del Dipartimento salute per le sue [...]
Cronaca
31 luglio - 13:32
Sono 27 in tutto i casi riscontrati in Provincia di Bolzano nelle ultime 24 ore con zero decessi. I tamponi effettuati, tra molecolari e [...]
Cronaca
29 luglio - 16:41
Grande malumore da parte degli esercenti per la scelta del governo di introdurre il Green Pass. Confcommercio Trentino: "È impensabile [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato