Contenuto sponsorizzato

Covid, troppi contagi e rischio lockdown: “Molte disdette per le prenotazioni Alto Adige”, l’allarme di Assoutenti

La denuncia di Assoutenti: “La situazione attuale dei contagi sta portando molti cittadini a disdire le prenotazioni per vacanze natalizie e di fine anno in altri paesi stranieri come Germania o Francia, ma anche quelle per zone italiane a forte vocazione turistica come l’Alto Adige, dove 20 comuni sono finiti in lockdown”

Pubblicato il - 27 novembre 2021 - 12:33

BOLZANO. Nelle ultime 24 ore in Alto Adige sono stati registrati altri 395 nuovi positivi (oltre a 3 decessi), la situazione pertanto resta critica. Al momento, nonostante gli sforzi, la nuova ondata di contagi non accenna a rallentare. Tutto ciò ha delle ripercussioni anche sulle varie attività economiche in particolare quelle legate alla stagione turistica.

 

Come denuncia Assoutenti si registrano già migliaia di disdette per vacanze in Italia e all’estero. A preoccupare soprattutto l’aumento dei contagi e i possibili lockdown. “Stiamo ricevendo le segnalazioni di utenti che avevano prenotato vacanze in Austria, Olanda o Slovacchia per i prossimi giorni e che, a seguito del lockdown deciso dai governi stranieri, non potranno più usufruire di biglietti aerei e soggiorni, perdendo quanto pagato a causa del rifiuto di compagnie aeree e strutture ricettive di concedere il rimborso ai consumatori”, spiega il presidente Furio Truzzi. “La situazione attuale dei contagi, inoltre, sta portando molti cittadini a disdire le prenotazioni per vacanze natalizie e di fine anno in altri paesi stranieri come Germania o Francia, ma anche quelle per zone italiane a forte vocazione turistica come l’Alto Adige, dove 20 comuni sono finiti in lockdown”.

 

Come sottolinea Assoutenti però il rischio per i consumatori è quello di perdere quanto pagato a compagnie aeree, operatori turistici e strutture ricettive. “Manca una normativa adeguata – prosegue Truzzi – in grado di regolare i rimborsi in questa fase delicata in cui, legittimamente e a fronte di impedimenti pratici, migliaia di italiani stanno annullando le partenze. Per questo chiediamo al Governo di emanare al più presto un decreto che disponga il rimborso integrale di biglietti aerei e strutture ricettive in favore di quegli utenti che non potranno raggiungere paesi in lockdown e comuni in zona rossa, o che decideranno di rinunciare alle partenze per il concreto pericolo di contagi in paesi che versano in emergenza sanitaria”.

 

Proprio per tutelare i viaggiatori che non potranno godere delle vacanze natalizie e di Capodanno già acquistate, Assoutenti ha siglato una partnership con Sosvolo.com leader nel settore della tutela dei passeggeri per offrire assistenza legale a tutti i cittadini ai fini delle azioni da intraprendere contro le compagnie aeree che pur dovendolo fare non rimborsano i biglietti inutilizzati.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 27 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 gennaio - 17:20
L'assessore all'istruzione ha parlato di 360 classi che rientreranno a scuola da qui a lunedì prossimo mentre il dirigente provinciale Ruscitti ha [...]
Cronaca
28 gennaio - 16:50
Sono stati trovati 1.586 positivi a fronte di 11.365 tamponi. E' stato registrato 1 decesso nelle ultime 24 ore. Cala il numero delle classi in [...]
Ricerca e università
28 gennaio - 15:43
Entro il 2050 si potrebbe non sciare più su neve naturale a Cortina e Torino, così come in altre delle 21 località che ospitano i Giochi [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato