Contenuto sponsorizzato

Green pass sui mezzi pubblici, da Milano a Roma in tutta Italia controlli e pochi disagi. In 24 ore scaricati 1,3 milioni di green pass

A Pordenone il questore è sceso in campo in prima persona per verificare le operazioni di controllo del certificato, a Roma 100 agenti della locale operativi, a Milano l'assessore Granelli spiega: ''124 donne e uomini della Polizia Locale, oltre al personale Atm e a Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza in azione per garantire a tutti sicurezza e serenità''

Pubblicato il - 06 dicembre 2021 - 16:17

ROMA. Il super green pass è diventato operativo in tutto il Paese e in poche ore è stato record di certificati verdi scaricati: ieri è stato toccato il picco più alto di sempre con 1,3milioni di green pass scaricati che si traducono in quasi 1 milione ottenuti con vaccinazione (968.069), 336.563 da tampone negativo e 5.369 da nuove guarigioni. Un importante balzo in avanti che, ancora una volta, mette in maggiore sicurezza l'Italia unico Paese in Europa che da parametri Ecdc (che si basano sull'incidenza dei casi a 7 giorni ogni 100.000 abitanti) mantiene ancora ampie zone in giallo e solo un territorio in rosso scuro (l'Alto Adige).

 

La gestione della pandemia in questa quarta ondata, dunque, sta risultando particolarmente efficace nel nostro Paese e fondamentali si stanno rivelando i controlli messi in campo dalle forze dell'ordine. In Alto Adige, in particolare, solo nei primi 5 giorni di dicembre i carabinieri della provincia di Bolzano hanno controllato quasi 3.600 persone, sanzionandone 29. A pesare in particolare, dicono i militari, oltre alla mancanza di mascherine, anche l'assenza di certificazione verde sul luogo di lavoro. Gli esercizi pubblici luoghi di lavoro controllati sono stati quasi 1.300 con solo 7 sanzioni e una sanzione accessoria (chiusura cautelare del locale).

 

Ma in queste ore sono partiti anche i controlli sui mezzi pubblici per studenti e non in tutta Italia. A Pordenone, per esempio, è sceso in campo direttamente il questore, Marco Odorisio, per verificare le prime operazioni di controllo a campione. A Roma ha fatto notizia il primo multato durante le verifiche della Polizia locale alla fermata dei bus di piazzale Flaminio. L’uomo era appena sceso da un mezzo quando gli agenti gli hanno chiesto di esibire il certificato verde. ''Non ce l’ho perché volevo vaccinarmi nei prossimi giorni'', si è giustificato il 50enne spiegazione che, ovviamente, non è servita a nulla visto che da tempo si sapeva quel che sarebbe successo: per lui è scattata una sanzione di 400 euro (qui approfondimento Ansa). ''I controlli stanno procedendo bene nei principali luoghi trasporto pubblico locale - ha detto Stefano Napoli, vice comandante generale della polizia locale - facciamo verifiche a campione capillari garantendo una fluidità per il trasporto pubblico. Stamattina sono oltre 100 gli agenti della Polizia locale destinati ai controlli''.

 

A Milano sono stati allestiti ben 10 punti di controllo dal centro alle periferie e le stazioni. ''Per tutti questi controlli, per far vivere bene questi momenti di festa e aggregazione abbiamo in strada oggi 124 donne e uomini della Polizia Locale, oltre al personale Atm e a Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza. Insieme ce la faremo'', ha spiegato al Sole24Ore l’assessore alla Sicurezza del Comune di Milano, Marco Granelli. Nessun problema anche a Napoli dove, come previsto dalle disposizioni, gli agenti operano controlli a campione. E se in città da milioni di abitanti tutto è partito come doveva in Trentino, con i suoi 500.000 residenti, il presidente Fugatti dopo aver annunciato sui social di aver ottenuto una deroga per l'obbligo di super green pass sui mezzi pubblici per gli studenti ed aver dovuto poi fare retromarcia perché nessuna deroga è stata concessa, si è rimesso al ''buon senso'' delle forze dell'ordine e pare che il questore di Trento lo abbia accontentato decidendo di sospendere i controlli.

 

Nel resto d'Italia invece i controlli ci sono stati eccome e giustamente. Altri esempi? A Bologna il personale di Tper, l’azienda che gestisce il trasporto pubblico, è stato affiancato, come disposto dalla prefettura, da personale di polizia, carabinieri, Guardia di finanza a Salerno oltre ai controlli sia Sita che Busitalia si sono attrezzati, diffondendo dei messaggi di sensibilizzazione sulla necessità di munirsi del green pass per usufruire del trasporto pubblico locale. Nessuna particolare criticità nell'applicazione del decreto legge 172 sul Green pass obbligatorio anche sulle isole di Ischia e Procida e nello Stretto di Messina dove da stamani non si viaggia senza Green pass per passare da sponda a sponda

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 25 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
25 gennaio - 20:33
Trovati 2.740 positivi, 2 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 3.591 guarigioni. Sono 170 i pazienti in ospedale. Tutti i Comuni sul territorio [...]
Cronaca
25 gennaio - 21:30
Il sindaco di Trento Ianeselli ha risposto alla manifestazione No Tav, organizzata domenica 23 gennaio in via della Spalliera e in via Missioni [...]
Politica
25 gennaio - 21:09
Il neo eletto presidente Gabriel Boric ha nominato la scorsa settimana i 24 componenti del nuovo governo, di cui 14 saranno donne. Da quest’anno [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato