Contenuto sponsorizzato

Il ponte che si sfalda attira Capitan Ventosa (VIDEO). Alex Marini: "È una commedia, 1 milione e 800 mila euro spesi per un ponte nuovo mai aperto"

Tra un ponte che si sfalda e uno inaccessibile la situazione a Ponte Caffaro sta diventando veramente insostenibile. A documentare quanto sta accedendo è arrivato anche Capitan Ventosa, l'inviato di Striscia la notizia, che ha realizzato un servizio andato in onda nella serata di ieri, martedì 4 maggio

Pubblicato il - 05 May 2021 - 20:21

PONTE CAFFARO. La vicenda dei due ponti al confine tra Trentino e Lombardia ha attirato l’attenzione di Fabrizio Fontana, alias Capitan Ventosa. Il servizio, andato in onda nella serata di ieri, martedì 4 maggio, illustra la situazione dello storico Ponte Caffaro, che si sta piano piano sfaldando.

 

Il Comune per evitare gravi incidenti ha posto un limite al peso dei veicoli in transito sul ponte, fissando il massimo a 40 tonnellate, ma creando in questo modo un grave disagio ai camionisti che da lì non possono più passare. “Per noi autotrasportatori è un grande problema – racconta un camionista intervistato -. L’unica opzione è una deviazione di 140 chilometri, altrimenti dobbiamo caricare meno con costi aggiuntivi per noi e per il destinatario finale”.

 

 Nel 2017 si era cercata una soluzione permanente ed era stato costruito un nuovo ponte a fianco al vecchio, ma c’è un piccolo problema: chi l’ha progettato non ha tenuto conto delle dimensioni dei mezzi pesanti, che hanno difficoltà di accesso e nello svolgimento delle manovre.

 

Sul luogo presente anche il consigliere provinciale del Movimento 5 stelle, Alex Marini, che ai microfoni di Striscia dichiara: “È una commedia. Questo ponte è stato costruito alla velocità della luce, con una spesa di 1 milione e 800 mila euro, ma non è mai stato aperto. Nel frattempo l‘altro ponte, quello vecchio, si sta sfaldando e dalla settimana scorsa hanno iniziato a staccare multe per i mezzi che lo attraversano con un peso superiore alle 40 tonnellate. Il problema è che da qui passano circa 5 mila veicoli ogni giorno”.

 

Apparentemente l’unica soluzione praticabile sarebbe installare un ponte militare provvisorio mentre ci si dedica alla riparazione di quello vecchio. L’unico problema è che quest’ultimo è monumento nazionale e quindi sotto la protezione dei Beni culturali (QUI il video con il servizio andato in onda su Striscia la Notizia).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 1 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
01 luglio - 21:37
Il centrosinistra si è riunito per delineare le azioni in vista delle elezioni provinciali del 2023. Lucia Maestri (Pd): "Avviato un progetto per [...]
Cronaca
01 luglio - 20:29
Dal 2015 a marzo 2022 il Rifugio Bindesi è stato gestito da Fabio Bortolotti, Ilaria Valenti e Federico Weber. Al loro posto ora [...]
Cronaca
01 luglio - 18:28
L'allarme è scattato nel pomeriggio di oggi poco prima delle 16. Il giovane, dicono i vigili del fuoco di Riva del Garda intervenuti sul posto, si [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato