Contenuto sponsorizzato

La Giunta Valduga I condannata (di nuovo) dalla Corte dei Conti: dovrà pagare 6mila euro di multa

Dopo la condanna relativa alla nomina di Mauro Amadori a direttore generale del Comune di Rovereto, non finiscono per Valduga i problemi con la magistratura contabile: nel 2017 l'Amministrazione aveva richiesto la consulenza di un legale esterno, ma per la Corte dei Conti bisognava prima ricorrere all'avvocatura di Stato

Di Filippo Schwachtje - 09 July 2021 - 11:23

ROVERETO. Dopo il caso relativo alla nomina di Mauro Amadori a direttore generale del Comune di Rovereto e la sentenza della Corte dei Conti che ha condannato sindaco, Giunta e alcuni dirigenti comunali al risarcimento di un danno erariale quantificato in quasi 310mila euro (Qui Articolo), per l'Amministrazione roveretana non finiscono i problemi con la magistratura contabile: la Giunta Valduga I dovrà pagare una multa di 6mila euro per aver richiesto l'assistenza di un legale privato senza prima rivolgersi all'avvocatura di Stato.

 

Questo quanto ricostruito dalla procura della Corte dei Conti, che aveva inizialmente richiesto una multa di 24mila euro (poi ridotta a 6mila) per la Giunta Valduga I e alcuni dirigenti comunali nell'ambito delle vicende legali relativa al lascito Delaiti. Un'eredità di quasi un milione di euro che Tosca Delaiti aveva lasciato al Comune con la richiesta di destinare quei fondi allo “sviluppo e potenziamento della Civica Scuola Musicale” (i cui studenti hanno recentemente chiesto proprio al Comune cosa intenda fare per il futuro dell'istituzione cittadina Qui Articolo). Secondo gli eredi di Delaiti però le condizioni sarebbero state disattese e nel 2017 è quindi nato un contenzioso per la restituzione del lascito.

 

In questo contesto l'Amministrazione della Città della quercia è stata chiamata in causa e si è rivolta, seguendo le indicazioni del dirigente dell'Ufficio legale dell'epoca, ad un legale esterno. La parcella dell'avvocato (grazie al quale la problematica è stata risolta senza esborsi da parte del Comune) è stata di 24mila euro, la stessa somma contestata inizialmente dalla magistratura contabile. Multa che in definitiva è stata ridotta a 6mila euro (non si parla, in questo caso, né di dolo né di colpa grave per la Giunta e quindi la somma è coperta dall'assicurazione) accogliendo buona parte delle richieste della difesa. In poche parole, secondo la magistratura contabile 'l'errore' dell'amministrazione è stato di saltare il passaggio formale di chiedere l'intervento dell'avvocatura di Stato (ritenuta dagli uffici comunali non idonea per la situazione, che richiedeva invece l'intervento di un tributarista esperto) prima di rivolgersi ad un consulente legale esterno.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione dell'8 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
08 agosto - 20:07
Presente al Palazzo della Provincia la ministra per le disabilità in occasione della presentazione del progetto "Trentino per tutti" che [...]
Cronaca
08 agosto - 19:12
La Pat comunica che, in seguito al sopralluogo dei tecnici, anche gli ultimi 5 evacuati sono stati fatti rientrare a casa a Muncion (frazione di [...]
Politica
08 agosto - 18:50
Ugo Rossi si è dimesso da Azione: “Adesso trascorreranno la campagna elettorale ad accusarsi l’un altro su chi per primo abbia violato il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato